Bagnacavallo, Miuccia Prada e Patrizio Bertelli di Luna Rossa all’ultimo saluto a Francesco Longanesi Cattani VIDEO

Quel sole giallo cocente non era paragonabile al calore di Luna Rossa, il suo team, che ieri pomeriggio è venuto a dargli l’ultimo saluto. C’erano davvero tutti, da ogni parte d’Italia e non solo, dal mondo della vela a quello della moda, dai reali agli amici di sempre. È iniziato così il funerale di Francesco Longanesi Cattani, 70 anni, morto venerdì mattina al San Raffaele di Milano per un ictus, per vent’anni direttore delle relazioni esterne del Gruppo Prada. L’uomo di fiducia di Patrizio Bertelli, che ieri insieme alla moglie Miuccia Prada è arrivato nella piccola Bagnacavallo, la città di cui “Pimperle” – come lo chiamavano amichevolmente i colleghi – era originario. E infatti tutto è finito da dov’era partito, come fosse un giro di boa.

Per qualche ora, prima di entrare nella gremita e adiacente chiesa di San Michele, la camera ardente per i familiari e gli amici più stretti è stata allestita in quella che è sempre stata la sua dimora bagnacavallese, Palazzo Longanesi.

È qui che ogni weekend tornava, perché sapeva di trovare un porto sicuro, lontano da quel mare agitato che è un po’ la frenesia milanese, la metropoli nella quale viveva con moglie e figlia.

Se l’è ricordato anche don Ugo nella sua omelia, elogiando Francesco per il suo attaccamento alla città e alle origini: «Quando nei primi lockdown è rimasto bloccato in Nuova Zelanda – ricorda il sacerdote – mi scriveva delle mail perché non mi dimenticassi di dire le messe per i suoi genitori. Lui era così, lo vedevi in giro col cagnolino, affabile e sorridente».

Tante le corone di fiori per lui, anche dal Principato di Monaco, nella quale attorno ai trent’anni Francesco divenne “aiutante di campo” del Principe Ranieri, dedicandosi per sei anni in maniera quasi esclusiva al sovrano.

(Video di Massimo Fiorentini)

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui