Bagnacavallo, droga: arrestato 40enne


I carabinieri del Norm della Compagnia di Lugo nel corso di alcuni servizi di controllo del territorio, dedicati alla prevenzione dello spaccio di sostanze stupefacenti con particolare riferimento alla zona di Bagnacavallo, hanno arrestato nel primo pomeriggio di giovedì un 40enne cittadino italiano per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
L’uomo a bordo della propria vettura non è sfuggito al controllo dei militari: sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di ben 630 grammi di marijuana, contenuta in diversi vasetti in vetro, e 12 grammi di hashish.
A seguito di tale riscontro veniva quindi eseguita una perquisizione domiciliare. Nell’abitazione del 40enne, ben nascosta, veniva scoperta una piccola serra ben attrezzata per la coltivazione di piante di marijuana, nonché una consistente somma in denaro contante in banconote di vario taglio.
Tratto in arresto su disposizione del magistrato di turno della Procura, informato dai militari dell’accaduto, l’uomo è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso la propria residenza.


A Conselice

Un’operazione simile era stata portata a termine soltanto un paio di giorni fa a Conselice: la polizia aveva arrestato in flagranza un 28enne italiano che aveva adibito parte della sua abitazione alla coltivazione di 24 piante di marijuana: una stanza allestita con impianto di irrigazione, illuminazione, coibentazione e sistema di arricchimento dell’anidride carbonica, utile quest’ultimo all’efficace sviluppo delle piante. In casa erano stati trovati e sequestrati circa due chilogrammi e mezzo di marijuana, già preparata in una cinquantina di confezioni di varie tipologie e peso.


A Massa Lombarda

A inizio mese invece la polizia aveva scoperto in un fondo agricolo a Massa Lombarda una piantagione di circa 60 metri quadrati, all’interno della quale svettavano, alte circa tre metri, cinque piante di marijuana, con tanto di impianto di irrigazione funzionante. Il proprietario del fondo, un imprenditore agricolo ravennate di 60 anni, aveva inoltre allestito un locale per l’essiccazione della marijuana e il successivo confezionamento della sostanza stupefacente.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui