Autorità portuale Ravenna, al via lavori per 40 milioni

RAVENNA. Un “bazooka” pressoché immediato, da 30 milioni, di lavori che partono entro un mese. E 10 milioni di altri cantieri che arriveranno fra fine 2020 ed inizio 2021. Senza contare il Progetto Hub, ovviamente. «Avevamo lavorato alacremente prima di questa emergenza sanitaria, e ora possiamo raccogliere buoni frutti. Spero che la situazione si stabilizzi e che di qui a fine anno riusciremo a portare a casa altri risultati. I presupposti ci sono». Il presidente dell’Autorità di sistema portuale, Daniele Rossi, è nel suo ufficio in via Antico Squero. Ancora solo una parte dei 60 dipendenti dell’Ente portuale sono in sede, altri sono in smart-working: «Oggettivamente non è la stessa cosa. Per raccogliere la documentazione necessaria a comporre la commissione che decreterà il general contractor per il Progetto Hub, normalmente ci avremmo messo una settimana. Invece ce ne abbiamo impiegate tre».

Il progetto Hub avanza
Ma per ora la fase preliminare che servirà a mettere in campo il mega-appalto da 250 milioni di euro che ridisegnerà il porto di Ravenna procede secondo i piani. «Siamo ancora all’interno della road map, ora la fase di selezione è in capo alla commissione scelta ma se tutto procede bene assegneremo l’appalto fra maggio e giugno – sottolinea Daniele Rossi -. Parliamo della decisione su un lavoro da 200 milioni in due mesi, con summit da compiere online. Se riusciremo a mantenere ferme le tempistiche il vincitore dovrebbe essere in grado di produrre la progettazione esecutiva verso settembre. E quindi entro il 2020 vedremmo la prima draga in porto».

Gli altri interventi
Se negli uffici sono comunque al lavoro per preparare l’istruttoria della “fase 2 del progetto Hub”, cioè quella che porterebbe il pescaggio a -14,5 e l’attività dell’impianto di trattamento fanghi, ora c’è attesa per la partenza di quattro interventi che inietterebbero 30 milioni nell’economia ravennate: «Sono in partenza i lavori per la realizzazione delle bricole di accosto presso i pontili in Pialassa Baiona, per un valore di tre milioni – spiega Rossi -. E più o meno con le stesse tempistiche verrà sistemata la banchina di attracco di Porto Corsini, anch’esso un intervento di circa tre milioni». Un appalto della stessa natura verrà poi apportato in uno dei principali terminal della città, per un importo ben superiore: «La ristrutturazione delle banchine di Marcegaglia sta per partire e significherà un investimento da 11 milioni». Importante anche l’intervento all’altezza dei Magazzini Generali, da 8 milioni di euro. Mentre in questa fase arriverà anche il lavoro di rimozione della Berkan B, aggiudicato dalla Micoperi per 9 milioni. Ma il momento attuale, così convulso vista la crisi sanitaria, sarà fondamentale per un altro blocco di investimenti da circa 10 milioni. Il piatto forte è il Parco delle Dune, alle spalle del Terminal Crociere di Porto Corsini: «Siamo nella fase di valutazione da parte della Conferenza dei servizi, per questo investimento da 6,5 milioni – approfondisce il presidente -. Sarebbe strategico che riuscissimo ad andare a gara entro l’anno per intervenire presto: è un mercato in stagnazione quello delle crociere che sarà, per via del Covid-19, compromesso nel 2020 e in difficoltà nel 2021. Ma sarà in ripresa per il 2022/23, e se per allora fossimo riusciti a preparare la località con una nuova fisionomia e spingere pertanto anche l’investimento privato sul Terminal coglieremmo un’opportunità importante». All’interno del “pacchetto” anche i lavori per ristrutturare il mercato del pesce di Marina di Ravenna. L’intervento è da 2 milioni e partirà entro l’anno. E se per la Fabbrica Vecchia gli accordi per la gestione imporranno un lavorìo supplementare, a luglio si andrà a gara per la rimozione della «spiaggetta» che insabbia i fondali antistanti il terminal container. E a seguire la “fase tre” per la manutenzione straordinaria che migliorerà la navigabilità del Candiano fra San Vitale e Trattaroli.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui