IMOLA. Una storia che sembra infinita, la costruzione della barriera antirumore in fregio alla Variante Alta dell’autodromo di cui si parla da anni ma ancora non esiste. Benché sia già inserita nel piano investimenti del Con.Ami e finanziata, ancora una volta il Comune, questa volta da parte del commissario Nicola Izzo, rinnoverà l’autorizzazione alla costruzione che ogni anno scade senza che l’opera sia realizzata.

La storia infinita

Dovrebbe essere costruita in via Dei Colli, in fregio alla Variante Alta, tra la carreggiata della strada e la recinzione della pista, ma dal 2018, vuoi per lo stallo del consiglio di amministrazione del Con.Ami, per le note vicende della passata amministrazione comunale, è rimasta sempre al palo. A inizio 2019 il progetto era bloccato e questo fin dall’autunno del 2018. Oggi il commissario porta in aula di consiglio l’autorizzazione alla ennesima deroga per la costruzione di barriera antirumore, anche se di nuovo la situazione amministrativa non è semplice. Il Con.Ami è al momento privo dei vertici, nell’attesa della scadenza dell’avviso pubblico per la raccolta delle autocandidature, la selezione e la costituzione del nuovo Cda. Ma a bloccare l’opera fu, fin subito dopo il suo insediamento, la giunta Sangiorgi.

Se ne parlava infatti già da inizio 2018, quando ancora l’ultima giunta Manca prometteva che a fine estate la barriera sarebbe stata pronta, «a tutela delle abitazioni» e in favore anche della società gestrice dell’autodromo stesso, Formula Imola, che avrebbe potuto così uniformarsi alle nuove regole sui rumori e le competizioni automobilistiche. Ma, appunto, nessun passo avanti. La barriera invisa alla passata amministrazione del Movimento 5 Stelle, che in campagna elettorale aveva avuto anche il supporto dei comitati antirumore dell’autodromo, aveva fermato tutto. La barriera fonoassorbente di cui esiste il progetto da tempo, è lunga 186 metri e alta 5 metri, da realizzarsi i vetro e metallo e sorgerebbe entro il perimetro dell’autodromo stesso.

Argomenti:

autodromo

imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *