Autodromo, Gian Carlo Minardi nuovo presidente di Formula Imola

IMOLA. L’assemblea dei sindaci del Con.Ami si è riunita questa mattina per avviare il percorso che porta alla nomina del nuovo Consiglio di amministrazione di Formula Imola, società gestore dell’autodromo internazionale “Enzo e Dino Ferrari” di Imola. All’unanimità dei presenti, l’Assemblea dei sindaci ha indicato Gian Carlo Minardi nel ruolo di presidente di Formula Imola e Susanna Caroli, Valeria Vignali, Aldo Costa e Augusto Machirelli nella carica di consiglieri. Sarà il presidente del cda del Con.Ami, Fabio Bacchilega, a raccogliere l’indicazione emersa e ad effettuare la nomina nel corso dell’assemblea dei soci di Formula Imola prevista per lunedì 21 dicembre prossimo. Con.Ami è socio unico di Formula Imola Spa. “Il Con.Ami desidera ringraziare sentitamente il presidente uscente del consiglio di amministrazione di Formula Imola SpA, Uberto Selvatico Estense, insieme ai consiglieri uscenti Maria Cristina Motta e Carlo Baseggio per l’impegno profuso, ed esprime nel contempo gratitudine per gli importanti risultati raggiunti nella promozione del territorio consortile” dichiara Fabio Bacchilega, presidente del Con.Ami.

La notizia è stata così commentata da Massimo Isola sindaco di Faenza, città di Minardi: “Una bella notizia quella della nomina di Gian Carlo Minardi alla guida di una società prestigiosa come Formula Imola alla quale, grazie alla sua esperienza passata, saprà dare sicuramente un apporto importante per il proseguo delle sue azioni. Colgo l’occasione per porgere a lui e al nuovo Cda gli auguri di buon lavoro”.

Gian Carlo Minardi, dopo alcune esperienze come pilota, è stato il fondatore, nel 1980, della scuderia automobilistica Minardi Team. Nel 1985 il team faentino compì il salto in Formula 1, debuttando nel Gran Premio del Brasile con una vettura affidata a Pierluigi Martini. Negli anni si fece notare con diversi piazzamenti e uno splendido settimo posto nella classifica mondiale costruttori nel 1991, quando la Minardi montava il 12 cilindri della Ferrari. Dopo anni in cui la scuderia vide l’innesto di diversi soci, al termine della stagione 2005 il Minardi Team fu ceduta alla Red Bull diventando prima Toro Rosso e recentemente Alpha Tauri. Successivamente Minardi, al quale è sempre stato riconosciuto il merito di scopritore di talenti del volante, ha continuato ad occuparsi di automobilismo in diversi ambiti. Ad aprile del 2008 è stato insignito, dall’Università di Bologna, della laurea Honoris Causa in Prodotti materiali e processi per la chimica industriale. È opinionista televisivo per conto di emittenti televisive e nell’automobilismo sportivo è consulente e supervisore della Scuola federale ‘Aci Sport’. Gian Carlo Minardi inoltre è il presidente storico del Faenza Calcio che con lui arrivò sino alla promozione in C2, categoria poi mantenuta per quattro stagioni ed è stato insignito di due tra i principali riconoscimenti della città di Faenza: Faentino sotto la torre nel 1987 e il premio “Una vita per lo sport” nel 2016.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui