Atterra a Rimini da Mosca con 30mila sigarette di contrabbando

Atterra a Rimini da Mosca con 30mila sigarette di contrabbando
Parte delle sigarette sequestrate

RIMINI. Fermato dalla Polaria sabato scorso mentre, dopo essere sbarcato all’aeroporto di Rimini, tentava di introdurre in Italia illegalmente 1467 pacchi da 20 sigarette l’uno, pari a circa 30.000 sigarette, per un totale di 29,340 chilogrammi convenzionali di tabacchi lavorati esteri. In manette è finito un cittadino russo di 54 anni, in arrivo con volo Nord Avia 5N9251 da Mosca, incappato nei controlli potenziati per arginare il fenomeno in particolare attraverso i voli provenienti dall’Est Europa.

Il controllo è scaturito in seguito agli accertamenti documentali dai quali emergeva un precedente specifico a carico della stessa persona del settembre scorso quando l’uomo aveva tentato di introdurre in Italia 30 Kg di sigarette, ma era stato intercettato e denunciato a Fiumicino. Alla luce di tali informazioni, gli operatori di Polizia addetti ai controlli di Frontiera, avviavano un immediato e specifico servizio di osservazione e pedinamento in abiti civili per monitorare i movimenti del passeggero che aveva al seguito un borsone e si dirigeva verso il ritiro bagagli. Il 54enne è stato notato prelevare una ulteriore valigia, apparentemente pesante, per poi dirigersi verso l’uscita. Nei pressi dei controlli della Dogana l’uomo tentava di evitare l’introduzione delle valigie nell’apparecchiatura RX, circostanza che non sfuggiva al personale che lo stava pedinando e che, a quel punto, si qualificava richiedendo l’intervento della Dogana e della Guardia di Finanza. Una volta scoperto cosa stava trasportando il 54enne è stato arrestato per contrabbando in attesa del giudizio.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *