«Lunedì sera i nostri tecnici informatici hanno potuto riattivare l’operatività di tutte le attività gestite dal sistema» informa Ernesto Fornari, Direttore Generale di Apofruit, la grande cooperativa ortofrutticola italiana la cui sede centrale è ubicata a Cesena. Il blocco del sistema è da attribuire presumibilmente ad un agente esterno il cui intento era quello di sequestrare i dati dell’azienda. Ma la cassaforte dei dati di Apofruit, sistema informatico difficilmente attaccabile, ha resistito e i dati sono rimasti al sicuro. Il lavoro immediato e indefesso dei tecnici informatici, che vi hanno lavorato fino dal momento in cui è scattato l’allarme, ha neutralizzato l’attacco. Avvisate anche le numerose aziende esterne che si relazionano con la grande impresa cooperativa ortofrutticola attraverso la rete, la cui connessione era stata prontamente disattivata per evitare l’espandersi del danno. Difficile al momento stabilire quale sia stata la porta d’ingresso dell’azione di blocco.

Argomenti:

Apofruit

hacker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *