Un bottino sontuoso quello dei romagnoli ai tricolori Juniores e Promesse a Grosseto. Alla fine i nostri hanno messo assieme la bellezza di cinque ori (Morara, Menghi, Brini, Scardovi ed Enrico Montanari), cinque argenti e due bronzi, confermando tutte le aspettative importanti della vigilia. Mvp del week-end l’ imolese Marta Morara, che nell’alto sale 1.85 e conferma di essere tra i migliori prospetti nazionali.

Marta non tradisce

Doppietta romagnola nell’alto Promesse, con l’imolese Marta Morara (Atletica Lugo) che salta 1.85 al terzo tentativo e si migliora di un centimetro (ottava di sempre in regione). Dietro di lei Nicole Romani (Fratellanza Modena), che si ferma a 1.78 (personale uguagliato), mentre sempre tra le Promesse è di bronzo Emanuela Casadei nel giavellotto, grazie a un lancio a 46.86 (progresso di oltre due metri e sesta all-time in Emilia-Romagna).

Le prove multiple sorridono ai nostri: nel decathlon Promesse si impone Michele Brini (Atletica Imola) a quota 6.897 punti (11”22 sui 100, 7.19 nel lungo, 12.35 nel peso, 1.71 nell’alto, 54”81 sui 400, 14”97 sui 110 ostacoli, 37.09 nel disco, 4.30 nell’asta, 58.68 nel giavellotto e 4’59”73 sui 1500), con il compagno di squadra Simone Ronzoni 3° in rimonta a 6.663 (miglioramento di oltre 200 punti). E fra gli Juniores lo imita il riminese Yoro Menghi, che proprio all’ultima gara, sui 1500, supera Alessandro Sion (Saf Atletica Piemonte) recuperando 13 punti di svantaggio. Il 4’35”41 vale a Menghi l’oro, con 6.942 punti (11”30 sui 100, 6.63 nel lungo, 12.55 nel peso, 1.95 nell’alto, 51”06 sui 400, 15”37 sui 110 ostacoli, 34.78 nel disco, 4 metri nell’asta e 48.44 nel giavellotto). A completare il trionfo dei polivalenti nostrani è Rebecca Scardovi (Atletica Lugo) nell’Eptathlon Promesse, grazie a 4.613 punti e pure lei capace di sorpassare la più diretta rivale, Chiara Sala nell’ultima gara, gli 800 corsi in 2’28”02. Per la lughese anche 15”51 sui 100 ostacoli, 1.59 nell’alto, 9.89 nel peso, 26”65 sui 200, 5.27 nel lungo e 31.16 nel giavellotto. Infine va a segno Enrico Montanari (Academy Ravenna Athletics) nel triplo Juniores, con il 15.67 che è primato personale (+41 cm), mentre il fratello Alberto si prende l’argento nei 400 ostacoli con 53”05.

Tris d’argenti

Un altro riminese ex Consolini, Giovanni Frattini (Fratellanza Modena), è argento nel giavellotto Juniores con 70.47 (sgretolato il personale di 67.70), battuto solo da Jhonatan Maullu, imprendibile a 71.53. Frattini (67.68 nelle qualificazioni) si inserisce al 7° posto della graduatoria regionale assoluta e centra il 3° podio consecutivo ai campionati Italiani di categoria. Argento pure a Lara Casadei (Atletica Estense) nel martello con Juniores con il primato personale di 53.97 (sesta di sempre in Regione), vicinissima all’oro sfuggito solo all’ultimo lancio di Emily Conte (54.20). Completa il tris d’argenti Anita Bartolini (Cus Parma) nel peso Juniores, con 12.98 a 19 centimetri da Ludovica Montanaro (Gran Sasso Teramo).

Piazzamenti

Chiude sesta nei 400 ostacoli Promesse Beatrice Berti dell’Olimpus San Marino in 1’04”17, 9° Michele Babini (Endas Cesena) nel martello Junior (54.81, primato personale), come pure Francesco Amici della Libertas Forlì nel decathlon Juniores (5.966, nuovo record), Greta Carnevali (Lugo) nel triplo Promesse (11.37) e Viola Bellagamba (Endas Cesena) nel giavellotto Juniores (37.21). Ottava Emma Corbelli con la 4×100 della Montanari Gruzza (Promesse) in 48”76, la riminese ha corso la quarta e ultima frazione. Da segnalare il primato personale (limato di 3 centesimi) di Achille Marani (Endas Cesena) nei 100 con 11” netti.

Argomenti:

Atletica

Grosseto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *