Atletica, la “mamma volante” Martina Facciani conquista gli Assoluti sui 5.000 metri

Continua il momento magico dell’atletica leggera cesenate: il campo di via Fausto Coppi ospita ogni giorno tantissimi nuovi praticanti e anche sul piano dei risultati agonistici, dal settore giovanile a quello assoluto, i dirigenti dell’Endas Cesena possono dirsi più che soddisfatti.

Ne è una perfetta testimonianza il fine settimana appena trascorso che ha visto brillare gli atleti biancoverdi nei vari meeting in calendario. Venerdì a Faenza le squadre maschili e femminili under 16 hanno ricevuto il trofeo di Campioni Provinciali mettendo a referto diversi risultati di grandissimo rilievo. Su tutti svetta il 5,27 della saltatrice in lungo Chiara Facchini che la proietta al sesto posto nelle graduatorie nazionali Cadette, ma non va dimenticato nella stessa gara il notevole progresso dell’altra specialista endassina Linda Ferrante, atleta al primo anno di categoria, atterrata a 4,65. Vittoria, con personal best migliorato di ben otto centimetri, per il saltatore in alto Ludovico Lugaresi che è salito a 1,65. Le gemelle Angelica e Sofia Collini si confermano tali anche in gara portando il personale sugli 80 metri a 10″8. Nel settore lanci sono stati i giavellottisti Anna Cerasoli (22,24) e Michele Giorgetti (28,20) a fare segnare considerevoli progressi. L’attenzione ora è focalizzata sull’appuntamento del prossimo fine settimana a Ravenna dove verranno assegnati i titoli regionali a squadre in cui il team femminile parte dal secondo posto, a una manciata di punti dalle modenesi della Fratellanza, mentre quello maschile è settimo in una classifica molto “corta” che potrebbe riservare sorprese.

Martina Facciani agli Assoluti

A Imola, sede del meeting assoluto di sabato e domenica, è stata Martina Facciani, da poco mamma per la seconda volta, a conquistare la luce dei riflettori. La due volte campionessa tricolore di maratona, tornata in questa stagione a vestire la maglia dell’Endas dopo un lungo pellegrinaggio in alcuni dei più prestigiosi club dello stivale, ha alzato le braccia al cielo nei 5.000 dopo 17 minuti, sette secondi e settantasette centesimi, un “crono “ che non raggiungeva da sette anni che le vale il pass per i Campionati Italiani Assoluti di Rovereto e il miglioramento del record societario che resisteva da oltre vent’anni. Altre buone notizie arrivano dal mezzofondo grazie a Melania Tizzi, vincitrice dei 1500 metri in 4’47″03, primato migliorato di mezzo secondo, e al diciannovenne Francesco castellani che ha sfondato per la prima volta il muro dei due minuti sugli 800 metri (1’57″31).

Nel salto con l’asta la Campionessa Italiana Master Barbara Capellini ha confermato di attraversare un ottimo periodo di forma valicando quota 3,10, mentre dalla pedana del martello è arrivata la vittoria con record della non ancora diciottenne Giorgia Buratti. Un miglior lancio di 42,15, che la pone fra le pretendenti per la finale ai prossimi tricolori Under 20 che si terranno fra poco meno di un mese a Grosseto.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui