Assessore regionale al Comandini di Cesena per prototipo veicolo elettrico

L’Istituto Pascal Comandini di Cesena ha partecipato nel 2019 alla V edizione del premio Innovatori Responsabili, candidando un progetto relativo alla progettazione e realizzazione di un veicolo elettrico per competere alla gara europea Shell EcoMarathon. Il veicolo, costruito artigianalmente presso l’istituto, ha superato le prove di selezione per la partecipazione alla competizione europea 2020 (la cui realizzazione è stata rinviata e si terrà nel prossimo autunno 2021 in Francia), con il minor consumo della propria categoria (123 KM percorsi con 1 kWh di energia).

Nell’ambito del Premio, al progetto è stato assegnato un piccolo contributo dalla Regioneper sostenere lo sviluppo del veicolo che gareggerà nella gara europea, realizzato grazie al lavoro degli studenti coordinati dal  docente referente (Ermico D’Avino),  che ha coinvolto alcune imprese del territorio che hanno supportato l’istituto fornendo materiali e collaborando anche dal punto di vista tecnico, manifestando interesse alle innovazioni tecniche sviluppate dai ragazzi e dai docenti e alle potenziali applicazioni nei rispettivi ambiti.

Pur con tutte le difficoltà e i ritardi determinati dall’emergenza sanitaria, il progetto è stato realizzato e questo grazie alla determinazione dei docenti e all’impegno dei ragazzi che hanno portato a termine la costruzione del veicolo per non perdere l’occasione di gareggiare in un contesto europeo.

In occasione dell’apertura dell’anno scolastico 2021/2022, il 14 settembre è stata organizzata una prova del veicolo nell’area dell’istituto, alla presenza degli studenti, dei docenti e delle imprese che hanno supportato il progetto.

L’assessore regionale Vincenzo Colla, questa mattina a Cesena, ha commentato: “Oggi ho voluto ringraziare i ragazzi, i docenti e le imprese coinvolte nel progetto, che hanno permesso di costruire un bellissimo prototipo elettrico. Non parliamo solo dell’idea di progettare un’auto, ma del saper stare insieme e insieme vivere sconfitte e opportunità. Questa capacità di relazionarsi con gli altri, la responsabilità di fare gruppo è un valore molto importante per le imprese che assumono. Sappiamo che per fare un manufatto di qualità abbiamo bisogno di questi ragazzi e di imprese che siano in grado di mettersi in rete con gli istituti tecnici e professionali, come è avvenuto con questa bellissima esperienza all’Istituto Comandini, che ha raccolto consensi internazionali. È la dimostrazione che la scuola pubblica di Stato è forte quando si relaziona con la sua comunità. Come Regione faremo grandi investimenti sull’istruzione e la formazione. Dobbiamo riscoprire soprattutto la cultura tecnica e scientifica. Dobbiamo dire a queste ragazze e ragazzi che se vai in quella direzione hai più possibilità di trovare un lavoro dignitoso. Con il nuovo bando “Innovatori responsabili” continueremo a sostenere i progetti innovativi sui temi ambientali e sociali che abbiamo messo nel Patto per il Lavoro e per il Clima, guardando all’Agenda Onu 2030. Dobbiamo governare questa transizione nel modo giusto e nei tempi giusti tramutandola in una grande opportunità di ricerca e investimenti innovativi”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui