FAENZA. Dopo vent’anni di onorata carriera, “Strade blu” va in standby. Non è aria per un festival che nasce per essere un viaggio attraverso le strade del folk contemporaneo, che respira la polvere del deserto australiano e si muove tra i cactus del sud degli Stati Uniti.
Per questo Big Ben Aps, il sodalizio culturale che lo organizzava, ha scelto di sostituirlo quest’anno con “Assembramenti”, che ne raccoglie l’eredità su presupposti differenti. «Non ci siamo certo dimenticati cosa abbiamo fatto con “Strade blu” – afferma il direttore artistico Andrea Bernabei – e siamo abbastanza ottimisti per pensare che riprenderemo a farlo, noi o chi per noi. Questa è la stagione per ribadire un concetto, che va oltre la musica: consentire a una paura di farci disperdere il senso di fare le cose insieme può essere il più terribile dei virus sociali. “Assembramenti” è il nostro vaccino».
Festival della compresenza
Il nuovo presupposto su cui si basa il festival è la compresenza di musicisti, sul palco, ma anche in studio, perché ci sarà una giornata di registrazione analogica su nastro, il 14 agosto, che diventerà un disco a fine festival. Questo tipo di registrazione obbliga gli artisti a suonare insieme in studio, a differenza delle registrazioni digitali. Dopo mesi di concerti in streaming, è tempo di riaffermare la compresenza.
Per quanto riguarda invece la musica dal vivo, il cartellone comprende nove concerti, tra il 24 luglio e il 16 agosto, in massima parte con artisti romagnoli. Si comincia da piazza Nenni a Faenza stasera alle 21.30, con due colonne del genere lounge degli ultimi trent’anni: Sam Paglia e Chicco Montefiori. L’organista cesenaticense, forse il miglior interprete italiano dell’Hammond, e il polistrumentista cesenate, figlio del grande Germano Montefiori, valicarono negli anni 90 i confini regionali, diventando tra i più raffinati interpreti dei generi lounge, chillout ed exotica italiani. A Faenza Sam Paglia sarà con la band, mentre Montefiori stavolta sarà da solo, senza il fratello Checco, con cui forma i Montefiori Cocktail. Gratuito.
Gli altri concerti
“Assembramenti” prosegue il 30 luglio al Mic di Faenza con Houdini Righini e Massimiliano Larocca, ospite Naddei, e il 31 in piazza Nenni con Don Antonio e Stefano Pilia. In agosto ci saranno Stiv Cantarelli e Edward Abbiati, Elisa Ridolfi e Riccardo Bertozzini, i Savana Funk con Max Castlunger, gli Opez con Pasquale Mirra, Vince Vallicelli e Paolo Bonfanti e i Goodfellas con Marco Pandolfi.
www.stradeblu.org

Argomenti:

assembramenti

faenza

musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *