Aspiratore elicoidale: cos’è, a cosa serve e come installarlo

La salubrità dell’aria è uno degli aspetti che incide maggiormente sulla qualità della vita all’interno della casa. Essa dipende principalmente dal ricambio assicurato da porte, finestre o simili, così come dalla conformazione strutturale degli spazi interni. Un’adeguata circolazione dell’aria consente di evitare la formazione di cattivo odore o, nel peggiore dei casi, l’accumulo di umidità responsabile della comparsa della muffa. Per questo, il problema del ricircolo dell’aria non va sottovalutato, soprattutto in ambienti piccoli, tendenzialmente umidi e non finestrati (bagni di servizio, locali lavanderia e simili). In casi del genere, una delle soluzioni praticabili consiste nell’installazione di un aspiratore elicoidale. Vediamo di seguito di cosa si tratta, come funzione e come va installato.

Qual è il funzionamento di un aspiratore elicoidale

Un aspiratore elicoidale è un dispositivo elettrico, generalmente di forma quadrata, composto da un motorino elettrico e una ventola. Il canale di passaggio dell’aria può essere chiuso, sia all’interno che all’esterno, da una griglia di protezione o da una serranda a gravità (entrambe servono sia ad evitare infortuni sia l’intrusione di piccoli volatili). Il funzionamento del dispositivo è molto semplice: il motore elettrico viene attivato per mezzo di un apposito comando: quasi sempre si tratta di un interruttore benché alcuni modelli presentino un sistema di attivazione automatica, legata all’accensione della luce (soprattutto quelli installati nei bagni ciechi). Il motorino aziona la ventola che aspira l’aria dall’interno dell’ambiente in cui si trova il dispositivo e la spinge verso l’esterno; in tal modo, si implementa un adeguato ricambio dell’aria, riducendo la possibilità che si formi cattivo odore o si sviluppi la muffa da condensa.

L’aspiratore elicoidale è una soluzione semplice e versatile per risolvere il problema del ricambio d’aria per un certo tipo di ambienti domestici. A fronte dei vantaggi (praticità ed economicità) presenta un solo vero svantaggio: nelle giornate di forte vento, l’elica potrebbe non essere in grado di spingere l’aria verso l’esterno né offrire un’adeguata resistenza a quella proveniente da fuori, generando dei rientri d’aria. A questo problema è possibile ovviare con l’installazione di una serranda a gravità, che possono essere collocate sia dal lato dell’aspirazione sia dalla parte opposta.

Come installare un aspiratore

Uno dei vantaggi dell’aspiratore elicoidale, come detto, è la praticità: anche chi non ha particolare dimestichezza con gli articoli elettrici può cimentarsi nell’installazione del dispositivo, ottenendo un risultato soddisfacente. La prima cosa da fare, ovviamente, è acquistare l’aspiratore; si tratta di un prodotto molto comune, facilmente reperibile sia presso i negozi di ferramenta e simili sia online, in e-commerce specializzati quali Emmebistore. Acquistato il modello più adatto alle proprie esigenze, si può procedere come segue.

Per prima cosa, bisogna individuare il punto di installazione, tenendo presente che le normative per i sistemi di aerazione stabiliscono che i dispositivi vanno collocati ad almeno 225 cm di altezza. L’installazione presuppone che in corrispondenza del punto prescelto sia già presente una predisposizione del collegamento dei cavi elettrici.

Dopo aver segnato sul muro la circonferenza del dispositivo, con l’aiuto di un trapano bisogna ricavare un foro abbastanza grande per alloggiarvi l’aspiratore. La stessa operazione va ripetuta dall’altra parte per installare la griglia di aerazione del foro. Quest’ultima va poi fissata alla parete, per mezzo di apposite viti filettate servendosi di un trapano avvitatore. Fatto ciò, è possibile inserire un tubo in PVC all’interno del foro, dopo averlo sagomato affinché sia della lunghezza adatta. A questo punto, si può procedere con l’installazione dell’aspiratore, dopo aver staccato la corrente: il dispositivo va appoggiato al muro, per segnare i punti di fissaggio. Successivamente, si fanno passare i cavi elettrici e si applica il dispositivo alla parete fissandolo con i tasselli. Infine, si collegano i cavi alla morsettiera, seguendo le istruzioni fornite dal produttore e si ripristina la tensione per verificare il corretto funzionamento.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui