Arrrampicata Sportiva, un pieno di medaglie per Carchidio Strocchi e Istrice ai tricolori giovanili

Sono durati una settimana, quest’anno, i Campionati Italiani Giovanili di Arrampicata Sportiva, i primi dopo l’introduzione della disciplina alle Olimpiadi. Non distante dalla punta più settentrionale del lago di Garda, si sono confrontati per il titolo circa settecento finalisti scaturiti dalle selezioni regionali della scorsa primavera. Tre le specialità, Speed, Lead e Boulder, oltre alla Combinata Olimpica data dal punteggio più basso sulla moltiplicazione dei risultati nelle singole gare. Prima hanno gareggiato i piccoli fino all’U14, dove una delle stelle dell’Istrice, Nicole Francesconi ha brillato in tutte e tre le specialità. Con un argento in Boulder e uno in Speed, oltre al sesto posto in Lead, si è messa al collo un prezioso oro di Combinata. Fuori dal podio, ma avanti nelle classifiche, anche le Faentine Gea Manetti e Sara Strocchi. Nella seconda tornata erano in scena i nostri atleti della Speed, freschi di medaglie e titoli dalla recente Coppa Europa e già carichi di tensione positiva per i futuri mondiali in Russia.Ottimo il loro comportamento, che ha portato la Carchidio Strocchi al primo posto a squadre proprio nella specialità veloce, con terza la Istrice e i Faentini secondi anche nell’Assoluta.


Individualmente hanno vinto l’oro Marco Rontini (U18) e Jacopo Stefani (U20) della Carchidio Strocchi, mentre per la Istrice, “Il Killer” Ludovico Borghi, dopo Coppa Europa ha dominato anche ad Arco vincendo l’oro di prepotenza nell’U16.

Nel conto delle medaglie vanno aggiunte quelle di Alice Strocchi (U16), argento in Speed e bronzo in Combinata, Erica Piscopo e Giulia Randi, entrambe U20) rispettivamente Argento e Bronzo sempre in Speed. Peccato per Giulia ai piedi del podio per un soffio in Combinata, recentemente vittoriosa in Coppa Europa, non al top perché vittima di un malore prima della finale.Buone anche le prestazione degli altri atleti: Ernesto Placci (Faenza); Caterina Pazzaglia, Sara Arcozzi, Giulia Asirelli, Elisabetta Siboni, Giulia Baldi, Elena Marendon, Nicola Grilli e Andrea Lidonnici.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui