Si apre stasera alle 21 con un Gala, nel teatro Comunale di Gambettola, il 45° Festival Arrivano dal mare del Teatro del Drago, fino a domenica 11 ottobre racconta il “Futuro appeso a un filo” con il mondo variopinto delle figure, anche a Gatteo e a Longiano. Il gala si apre con l’installazione partecipata simbolo di questo Adm autunnale. Nasce nel nome di Federico Fellini che da bambino trascorse le vacanze estive nella casa dei nonni paterni a Gambettola, forgiando quella creatività immaginifica che avrebbe concretizzato da adulto nei suoi capolavori. Ognuno può scrivere su una placchetta il proprio sogno, e legarla ai fili appesi in piazza Pertini di Gambettola. L’installazione accomuna le tre città rubiconie del festival, è visibile pure davanti alla biblioteca di Gatteo e sulla piazza del Petrella di Longiano. Proprio nella sala San Girolamo di Longiano oggi alle 10.30 va in scena un preludio per i piccoli della materne; è “Teo ha le orecchie curiose” del Teatro del Drago. Stasera alle 21.30 nel teatro Comunale di Gambettola, primo spettacolo d’autore; è “Casa nostra” di Hombre Collettivo, gruppo nato nel 2019 dal corso professionale Animateria (promosso da Teatro Gioco Vita, Teatro delle Briciole, Teatro del Drago) e subito vincitore del Premio Scenario infanzia 2020. Con immagini e oggetti, “Casa nostra” racconta agli adolescenti un pezzo di storia italiana di questo tempo. Affronta La sentenza della Corte d’Assise di Palermo del 20 aprile 2018 relativa al processo Stato-Mafia. «Casa Nostra è quella in cui viviamo – fa sapere la compagnia – è la nostra stanza in cui gli adulti ci lasciano soli mentre si occupano di cose che i ragazzi non devono sentire».

La rappresentazione, in forma di estratto di 20 minuti, dà la spinta ad altri spettacoli in forma breve che caratterizzano questo festival come le compagnie che li presentano; tutte provengono dal Corso di formazione Animateria il quale, insieme all’ Atelier delle figure avviato da Stefano Giunchi fondatore di Adm, sono le due Scuole di formazione italiana per burattinai e affini sostenute con finanziamenti pubblici.

«Diamo la ribalta a sedici burattinai e teatranti di figura formatisi con Animateria – dice Roberta Colombo del Drago – per mostrare anche tecniche e temi che interessano agli artisti di nuova generazione». Gli estratti in scena venerdì 9 ottobre a Gambettola sono “Altro mare” di Circacinque alle 18.30 marionette da tavolo, “Questi pochi centimetri di terra” di Consorzio Balsamico alle 20.30 per figure e materie, “Relazioni necessarie” di Valentina Lisi ore 21.15, per teatro con silhouette di foto animate, “Il distacco” di Giorgia Forno alle 21.45 teatro d’oggetti. Altre quattro compagnie si esibiscono sabato e domenica. Ingresso gratuito con prenotazione.

Info: 392 6664211

Argomenti:

arrivano dal mare

burattini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *