Arresto per tentato omicidio per aver investito il rivale a Cesenatico

Sviluppi dopo rissa, investimento volontario e linciaggio all’Energy. Un 27enne che lotta tra la vita e la morte in un letto della Rianimazione dell’ospedale Bufalini di Cesena, un 20enne che dopo essere stato curato in ospedale a Ravenna è ora in carcere con l’accusa di tentato omicidio, almeno un altro paio di giovani “ammaccati” dopo le botte tra due “fazioni” rivali. È il risultato della notte di follia fuori dal locale da ballo.

Il Far west nella notte tra sabato e domenica è stato davanti alla discoteca Energy in via Michelangelo Buonarroti a Valverde di Cesenatico. Tutto nasce all’interno della discoteca. Ad affrontarsi sono due gruppi: da una parte degli albanesi residenti a Cesenatico e nell’entroterra; dall’altra ragazzi un po’ più giovani in gran parte di origine campana ma residenti da sempre a Rimini. Il motivo che accende la miccia della lite pare sia per qualche apprezzamento a una ragazza che era insieme ai riminesi. I due gruppi – per i carabinieri una decina di persone in tutto ma potrebbero essere di più e solo le telecamere e le testimonianze potranno dare una risposta – si affrontano e immediatamente interviene la sicurezza del locale che li separa. Poi fa uscire un gruppo dall’uscita posteriore e l’altro da quella principale, per tenerli separati ed evitare che vengano di nuovo a contatto.

Un riminese di 20 anni sale sulla Bmw serie 1 con un amico e una ragazza. Invece di allontanarsi ripassa davanti all’entrata della discoteca e vede uno degli “avversari”. Non ci pensa due volte: punta l’altro giovane, poi gas a manetta e lo colpisce volontariamente in pieno. Lo scaraventa tra un grosso platano e il cancello di un condominio.

Intanto la Bmw va a sbattere contro alcune auto parcheggiate, «spostandole di un paio di metri tanto andava forte» racconta chi ha visto. E qui la Bmw finisce la sua corsa. Gli amici dell’investito si catapultano verso gli occupanti, li estraggono dall’abitacolo e iniziano a picchiarli a sangue. È provvidenziale l’intervento della sicurezza del locale, che riesce a toglierli di mano in attesa dell’arrivo delle ambulanze del 118 e dei carabinieri della compagnia di Cesenatico.

Alla fine i feriti portati nei vari ospedali romagnoli sono tre, anche se pure una ragazza è passata dal pronto soccorso del Bufalini, ma non aveva quasi nulla se non qualche colpo rimediato quando è stata tirata fuori dall’auto investitrice. Vengono anche distribuiti nei vari ospedali romagnoli per evitare che possano eventualmente continuare la gazzarra anche in ospedale. E a tutti vengono fatti anche gli abituali controlli se hanno alcol o sostanze stupefacenti nel sangue. A Cesena viene portato il 27enne, il più grave. Viene ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Bufalini ed è in prognosi riservata e quindi in pericolo di vita. All’ospedale di Rimini viene portato il 19enne trasportato dalla Bmw, che viene curato e poi dimesso. Il 20enne finisce al pronto soccorso di Ravenna per le cure. I medici valutano che dopo gli interventi sanitari può essere dimesso. I carabinieri ne dispongono l’arresto per tentato omicidio e lo trasferiscono in carcere. Oggi ci dovrebbe essere la convalida. I militari hanno anche sequestrato la Bmw dell’investimento e stanno anche controllando le telecamere dell’Energy per cercare di individuare tutti i partecipanti alla rissa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui