Arrampicata sportiva, il faentino Placci campione italiano boulder

Il Campionato Italiano Boulder Senior, organizzato in piazza XX Settembre a Bologna dalla Federazione di Arrampicata Sportiva col contributo della Regione e del Comune, ha rappresentato un’ottima occasione per far conoscere alle persone uno sport giovane, ma che sarà presente alle prossime Olimpiadi di Tokio. Così, al pubblico nuovamente presente, si sono aggiunti numerosi passanti incuriositi da quelle spettacolari evoluzioni a pochi metri da terra con salto finale sui materassi. Giovanni Placci (Carchidio Strocchi), dopo una buona qualifica conclusa in terza posizione, ha rischiato di essere eliminato in semifinale, aggiudicandosi l’ultimo posto disponibile a causa di qualche incertezza di troppo. Finale vissuta con tutt’altra grinta, già dal primo blocco che lo ha visto prevalere sul più immediato inseguitore per il minor numero di tentativi sulla zona intermedia. E la testa non l’ha più mollata per tutti i quattro blocchi previsti. Solo sull’ultimo boulder la gara sembrava potersi riaprire quando Gió non è riuscito a tenere il Top finale. La possibilità teorica di essere beffato dall’Altoatesino Filip Schenk ha lasciato col fiato sospeso fino al terzo tentativo fallito, che ha consegnato la certezza matematica a Placci e retrocesso Shenk al terzo posto, scavalcato anche dal Perugino Riccardo Piazza. Una vittoria, la sua, tradita da una palese emozione scaricata nelle interviste del dopo gara, dove ha ricordato i duri allenamenti per arrivare a questo risultato, spesso da solo in palestra o col fratello minore che ne sta seguendo le orme. Nemmeno il tempo per riposare e dovrà ripartire per Innsbruck con la Nazionale Lead per la sua prima convocazione in una competizione del circuito di Coppa del Mondo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui