Apprendere la sostenibilità fin dai banchi di scuola

Cinquecentoquarantamila studenti emiliano-romagnoli sono tornati a scuola il mese scorso, senza distanziamenti, mascherine e modalità di apprendimento virtuali. Torna la scuola normale, più consapevole dell’importanza della sicurezza, ma anche del valore della condivisione del sapere e della vicinanza. E tornano anche i progetti gratuiti di educazione ambientale e divulgazione scientifica del Gruppo Hera, per aumentare la la sensibilità rispetto alla sostenibilità tra gli studenti dai 4 ai 19 anni.

Al via le iscrizioni: i docenti possono scegliere per completare i percorsi formativi tra tantissime attività, laboratori e iniziative educative sui temi di acqua, ambiente ed energia, da realizzare con il supporto degli esperti della multiutility.

«La sfida della transizione energetica ed ecologica vede nelle nuove generazioni importantissimi alleati – afferma Giuseppe Gagliano, Direttore Centrale Relazioni Esterne del Gruppo Hera. – In questi lunghi anni nelle scuole abbiamo visto aumentare sempre di più l’interesse, la passione e il coinvolgimento dei giovani su questi temi. E perché no, anche la loro capacità di esportare saperi e nuove competenze a casa, coinvolgendo famiglie e amici. Cambiare gli stili di vita è necessario. Stimo molto le nuove generazioni perché pronte, convinte e capaci di fare davvero la differenza per la lotta ai cambiamenti climatici».

Nel 2021, solo nel territorio romagnolo, sono stati più di 30 mila gli studenti coinvolti nei progetti della multiutility: oltre 1.400 classi di circa 360 scuole, per più di 1.100 attività in totale.

«Sappiamo bene che gli insegnanti hanno a cuore questi argomenti e che desiderano sempre più spesso integrarli ai programmi più tradizionali, del resto è cresciuta ogni anno la richiesta e l’interesse verso questi progetti– continua Gagliano -. Ma sappiamo, allo stesso tempo, che i docenti privilegiano iniziative agili, coinvolgenti e flessibili. Per questo i nostri progetti sono pensati per essere fruiti in tante modalità ed essere adattati facilmente. In questi anni abbiamo sempre tenuto aperto il dialogo con i docenti per aggiornare le proposte in base alle reali esigenze degli studenti affinché fossero realmente efficaci».

Per i docenti interessati la multiutility ha organizzato due open day di presentazione: il prossimo è il 6 ottobre (tutte le informazioni sul sito del gruppo dedicato alle scuole: https://ragazzi.gruppohera.it/).

«Siamo felici di tornare anche noi in aula in presenza. Adattare i progetti alle modalità di apprendimento da remoto è stato un dovere: avevamo preso un impegno con i docenti e volevamo rispettarlo e supportarli durante i periodi difficili di formazione a distanza. – conclude Gagliano – Nonostante questo, crediamo fortemente nel valore delle relazioni e della condivisione, soprattutto in luoghi importanti come la scuola dove si formano e sbocciano le menti del domani».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui