L’App Immuni è arrivata a quasi 7 milioni di download e si è verificato nelle ultime settimane un incremento notevole nell’uso dell’applicazione. Il 18% degli italiani, tra i 14 e i 75 anni, che possiedono uno smartphone la utilizzano, ma questo non basta. La percentuale ottimale affinché il sistema sia efficace nel contenere la pandemia, secondo gli esperti, sarebbe quella del 60%. Percentuale che, a oggi, resta ancora lontana.

Si avvicina la stagione invernale, ci troviamo a un punto cruciale nella battaglia contro il Covid-19 e dotarsi di questa App significa tenere lontano anche il rischio di nuove restrizioni che impatterebbero negativamente sul nostro Paese proprio nel momento in cui, seppur ancora lentamente, sta tentando di ripartire.

Il Governo italiano, dato il nuovo aumento di contagi, spinge sulla diffusione dell’App anche con un’iniziativa di sensibilizzazione in programma sino a domenica prossima, 11 ottobre, alla quale stanno aderendo tutte le testate giornalistiche, pubbliche e private. 

«Anche noi, come Gruppo consiliare del Partito Democratico di Cesena, consapevoli che l’App da sola non possa contenere il virus e non possa impedire che i contagi aumentino, ma certi che si tratti di uno strumento che, dovendo tutti noi convivere ancora con il virus, ci permette di identificarlo, tutelando i nostri familiari e le persone con cui entriamo in contatto quotidianamente, riteniamo giusto sensibilizzare la cittadinanza. 

Vivere in una Democrazia occidentale comporta dei benefici ma anche delle responsabilità personali, che sono quelle di attenersi alle regole prescritte dal governo. Scaricare Immuni è un dovere morale per proteggere gli altri, prima ancora che sé stessi, dal Covid-19. Sono i nostri comportamenti individuali che hanno fatto e faranno la differenza in questa battaglia che ancora non è vinta. A fianco dell’impegno quotidiano del nostro personale sanitario, anche noi cittadini possiamo fare la nostra parte attivamente».

Cos’è Immuni

L’App è volontaria e gratuita. Serve al tracciamento di chi è stato a contatto con un caso positivo. Se uno  riceve una notifica, può fare subito i controlli e mettere al riparo se stesso e gli altri. Magari i propri cari. E la privacy? «Non ci sono motivi per avere timori: avviene tutto senza nomi, indirizzi o geo localizzazioni. Scaricarla sul proprio smartphone è determinante per sconfiggere il Covid-19 e conviene a tutti».

Argomenti:

Immuni

Pd Cesena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *