Appalti gonfiati a Modigliana, Magalotti risarcisce il Comune

Comune di Modigliana risarcito per il danno patrimoniale subito, riti abbreviati e patteggiamenti accolti. Nuova udienza ieri davanti al giudice per le udienze preliminari Maurizio Lubrano per il caso degli appalti “gonfiati” al Comune di Modigliana scoppiato nel dicembre 2020.

Il Gup ha accolto la richiesta di procedere con un giudizio abbreviato condizionato al deposito di una consulenza di parte sulle procedure utilizzate nel predisporre le determine da Flavio Magalotti, quale dirigente dell’Ufficio tecnico e Lavori Pubblici del Comune di Modigliana, e sulle modalità di affidamento degli incarichi per la ristrutturazione dell’edifico comunale denominato “Ex macello”. Lo stesso Magalotti, attraverso il suo avvocato Vittorio Manes di Forlì, ha depositato copia del bonifico effettuato in favore del Comune di Modigliana (costituito parte civile con l’avvocato Matteo Olivieri di Faenza), per l’importo di circa 70mila euro, a titolo di restituzione del profitto, anche se rimane aperto il contenzioso sui danni di immagine per il Comune del Forlivese.

L’articolo completo sul Corriere Romagna oggi in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui