Aperitivi senza distanze a Cesenatico, bagno rischia sanzioni

L’aperitivo della domenica sera è un grandissimo successo ma la moda e la “movida” potrebbero costare care a uno stabilimento balneare nella zona più “pregiata” della spiaggia cesenaticense, a levante, tra il porto canale e il grattacielo. Dopo il lockdown la nuova gestione è partita molto forte, soprattutto con gli aperitivi domenicali. Ma in tempo di pandemia qualcuno ha storto un po’ il naso a vedere tutta quella gente giovane a bere e a muoversi al tempo di musica senza il tanto pubblicizzato distanziamento sociale e con pochissime mascherine indossate correttamente.

Le lamentele per questi appuntamenti sono presto arrivate alle forze dell’ordine e all’amministrazione comunale. I titolari sono anche stati convocati e il sindaco Matteo Gozzoli li ha “ammoniti” a osservare un comportamento diverso. I gestori hanno ascoltato, sono sembrati collaborativi e hanno detto che avrebbero rafforzato la squadra degli stewart per evitare problemi.

Nella prima serata di domenica c’è stato il pienone all’aperitivo: tanta genteaffollata, rarissime mascherine. Come testimoniano anche numerosi video postati sui social network. Ma a osservare i comportamenti c’era anche il comando interforze, composto da polizia di Stato, carabinieri e polizia locale. Il gruppo assortito di divise in azione nei fine settimana ha potuto prender nota di quello che non andava. Non per l’ordine pubblico, in quanto qualche litigata tra avventori è stata subito bloccata dagli stewart messi a disposizione dal locale. Ma dal punto di vista delle norme anti Covid, con la calca che non garantiva il distanziamento sociale.

Nei prossimi giorni potrebbero arrivare sanzioni. Ieri era in fase di preparazione una dettagliata relazione da recapitare al questore. Questi valuterà se chiedere al prefetto eventuali provvedimenti, così come lo potrebbe fare anche il sindaco a partire dalla precedente e recente “ammonizione”. Poi verrà deciso se chiudere temporaneamente la struttura. La sanzione potrebbe andare da uno a cinque giorni di chiusura. Potrebbe riguardare l’intero stabilimento balneare oppure solo la parte del bar, senza intervenire sulla spiaggia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui