Sono stati 180 i medici e gli operatori sanitari impegnati durante l’emergenza sanitaria del Coronavirus e ospitati gratuitamente in vacanza a Cesenatico questa estate. E con gli accompagnatori paganti si è arrivati a 367 persone.

Si è concluso in questi giorni il progetto “Angeli d’Amare” con cui il Comune di Cesenatico, insieme all’Associazione Albergatori e alla Cooperativa Stabilimenti Balneari, ha previsto accoglienza gratuita per medici e operatori sanitari che nei mesi scorsi hanno fronteggiato con professionalità e coraggio la durissima emergenza sanitaria. È stato un grande successo, sia nei numeri che nello spirito, questa iniziativa di turismo etico vissuto con partecipazione da tutte le componenti della comunità cesenaticense. I soggiorni offerti sono stati 180 per un massimo di 7 giorni nel periodo compreso tra l’ultima settimana di giugno e la seconda settimana di settembre. Le persone ospitate sono state in totale 367 con diverse accompagnatori paganti che hanno accompagnato i propri cari.

Il progetto è stato reso possibile dalla collaborazione di 24 strutture alberghiere che hanno offerto una o più camere per uno o più periodi di soggiorno e anche al servizio di spiaggia gratuito ottenuto grazie alla disponibilità degli stabilimenti balnerari. I ringraziamenti delle persone ospitate sono state numerose e sentite, un grande attestato di stima per Cesenatico in questi mesi di ripartenza: l’accoglienza e il calore romagnoli non sono mancate, nonostante un’estate mai vissuta prima. Da sottolineare come l’iniziativa abbia portato a Cesenatico anche molte persone che ancora non la conoscevano e che ne sono rimaste affascinate: un piccolo seme piantato in questa stagione così difficile.

Argomenti:

coronavirus

vacanze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *