Ancora grave il fidanzato di Cecilia: è ricoverato in Rianimazione

«Era una ragazza fantastica, solo questo. Solo questo mi sento di dire». Latitolare del centro ippico La coccinella di via Scardavilla, non trova altre parole per descrivere l’improvvisa assenza di Cecilia Celli, la ragazza che a soli 17 anni ha perso la vita sabato pomeriggio sull’asfalto di via Bidente, all’altezza del quartiere Ronco, poco lontano dal luogo in cui sorge il maneggio in cui amava passare il tempo, tra i suoi adoratissimi cavalli. Proprio lì, in scuderia, racconta Elisa, si trovava Cecilia fino al mezzogiorno di sabato. «Aveva fatto una gara due settimane fa, era arrivata seconda», aggiunge, con la voce rotta dall’emozione, «è tremendo quello che è successo».

Quello che è successo, gli ultimi drammatici attimi di vita di Cecilia, che dopo aver frequentato le scuole medie Orceoli si era iscritta al liceo artistico di Forlì, sono stati immortalati dalle telecamere del Laghetto del sole. Le immagini registrate dal dispositivo mostrano infatti la giovane schiantarsi contro la cancellata della struttura sportiva che a seguito dell’impatto si solleva in alto e poi precipita nuovamente al suolo. Non è stato ripreso invece lo scontro tra la Mercedes guidata dal 27enne pesarese e la Yamaha dove sedeva la 17enne sul sellino del passeggero. Alla guida, Federico Fontana, il 19enne con cui Cecilia era fidanzata dal 2017. .

Federico continua a lottare nel reparto di Rianimazione del Bufalini di Cesena,ricoverato in prognosi riservata. Figlio di una storica commerciante di Forlì, anche il 19enne residente a Maglianofrequentava il maneggio di via Scardavilla.

Al momento, il corpo di Cecilia è custodito nella camera mortuaria dell’ospedale di Forlì, a disposizione dell’autorità giudiziaria che potrebbe decidere di procedere con l’autopsia

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui