America’s Cup, Luna Rossa e New Zealand 1-1

AUCKLAND. Si può fare. Nella prima giornata di regate di finale di America’s Cup, Luna Rossa e New Zealand sono sull1-1. Nella prima regata vento di 12-15 nodi. Partenza sopra vento di New Zealand leggermente avanti rispetto a Luna Rossa. Le due barche dopo lo start procedono appaiate con Luna Rossa leggermente dietro. Gli italiani provano a stringere, dando l’impressione di virare per indurre in penalità l’avversario ma la protesta non viene accolta e si rivela un errore perchè Prada perde velocità e di conseguenza arretra. Non riesce più a recuperare e New Zealand passa sempre davanti alle boe. I distacchi ai gate in secondi: 14, 23, 19, 17, 20, 31. Nella seconda regata partenza buona di Luna Rossa che costringe l’avversario a partire in leggero ritardo e va in controllo. Il vento è sui 15 nodi. Tutto bene per la barca italiana ma sull’ultimo lato di poppa perde molto del vantaggio e rischia. Alla fine vince per soli 7 secondi. I distacchi ai gate, in secondi: 13, 12, 25, 24, 12, 7. Si torna in gara venerdì. Il commento di Max Sirena, team director e skipper della barca italiana: “Bello molto bello!!! Ma abbiamo vinto solo una regata!!! Testa bassa!!!”. Intanto però gli uomini al comando del velista riminese hanno già raggiunto un risultato storico. Finora Luna Rossa non aveva mai vinto una prova nella finale di America’s Cup. Nel 2000, sempre contro i neozelandesi, sempre a Auckland, aveva perso 5-0. L’altra barca italiana giunta in finale era stata il Moro di Venezia, nel 1992, a San Diego. Quella volta gli italiani furono sconfitti da America Cube di Bill Koch 4-1.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui