Amarcort, i vincitori al Teatro degli Atti di Rimini

Consegnato al Teatro degli Atti, durante la quattordicesima edizione di “Amarcort film festival”, il premio “Un Felliniano nel Mondo” a Ermanno Cavazzoni, lo scrittore che firmò con Fellini soggetto e sceneggiatura del film “La voce della luna” del 1990.

Il sipario di questa edizione di si chiude come da tradizione oggi al Teatro degli Atti alle 20.30 con la premiazione dei vincitori di ogni categoria: Amarcort, Menzione Fellini, Premio della Critica, Aldina, Rex, Gironzalon, MOViE, Cantarel, Calzinaz, Miglior Corto Italiano, Fulgor, il concorso fotografico “Paparazzo” e “Ricircolo dei sogni” contest di disegno per bambini.

Le giurie hanno dovuto valutare tra i 150 cortometraggi selezionati tra quasi 1200 filmati iscritti provenienti da 70 paesi. Sempre domenica gli ultimi appuntamenti in programma: “Piattaforme: verso il cinema del futuro?’ è il titolo dell’appuntamento in cui si analizza la nuova tendenza e la direzione che sta prendendo la produzione audiovisiva e che si svolgerà presso il Laboratorio Aperto alle 11

Nel pomeriggio il tour felliniano: «Rimini è una dimensione della memoria” diceva Federico Fellini della sua città, ma anche il luogo dove sono nati i suoi sogni, le sue emozioni e fantasie. Amarcort propone alle 15 da piazza Malatesta (Circo Amarcord) una passeggiata alla scoperta dei luoghi del centro storico che lo hanno conosciuto, visto crescere ed ispirato.

Oggi è anche l’ultimo giorno anche per visitare le tre mostre allestite al Museo della Città di Rimini: quella del caricaturista Marco Martellini “Sulla Strada con Giulietta”; “Dammi un bacio”, l’esposizione dei finalisti dell’ottavo concorso fotografico “Paparazzo” organizzata dalla associazione “Rimini Secondo Tre”; “Ricircolo dei sogni”, l’esposizione dedicata ai disegni dei bambini che hanno partecipato all’omonimo concorso.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui