Alpini, Start Romagna: “Affluenza record, bus insufficienti”

Start Romagna incontra i rappresentanti dell’Associazione nazionale alpini e riconosce la carenza di corse durante la tre giorni di Adunata: «Sono state evidenziate criticità». E fa il mea culpa: «Per la nostra parte ce ne scusiamo». Tuttavia, sciorinando numeri e cifre, parla di «bilancio del trasporto pubblico chiuso con giudizio positivo».

E’ stata la presidente dell’Associazione Albergatori di Rimini, Patrizia Rinaldis, a denunciare, ieri, dalle colonne del Corriere Romagna, le numerose segnalazioni ricevute da strutture ricettive che protestavano per un «sistema dei trasporti non all’altezza, con poche navette, corse e collegamenti».

Criticità, dunque, che, secondo la Start, sarebbero state causate «dall’eccezionale affluenza, al di sopra delle attese e quindi delle stime sui servizi, nonostante siano state approntate in tempo reale corse ulteriori, e, anche, dalla superiore affluenza di pullman privati arrivati a Rimini, la cui coesistenza su strade e spazi di parcheggio ha colliso, in qualche caso, coi movimenti di quelli del trasporto pubblico».

“Corse potenziate”

Start Romagna, comunque, tra dati e numeri, parla di un piano del trasporto pubblico incentrato sul potenziamento dei servizi: «Al servizio base sulle linee interessate, prevalentemente la 4 e la 11 (fino a sabato) e il Metromare, che prevedeva 1.021 corse – spiega la società – il piano concertato ha previsto un aumento fino a 1.928. E, vista l’affluenza, Start Romagna ha incrementato con corse bis, garantendo 2.494 corse complessive nelle giornate dell’Adunata. In particolare per il Metromare, dal servizio base di 534 corse, il Piano è salito a 1.008. Ne sono state effettuate 1.211 – aggiunge la Start Romagna – con tassi di riempimento sempre vicini al 100 per cento e un totale di 140mila passeggeri trasportati».

Fa notare ancora la società del trasporto pubblico. «C’è da ricordare che la mancanza della linea 11, inevitabilmente soppressa per consentire lo svolgimento della parata domenicale, ha certamente aumentato la “pressione” sul Metromare, comunque utilizzato con disciplina e pazienza dai viaggiatori».

“Le attese infinite”

Ma è a Rimini nord dove si sono concentrati i disagi maggiori. «A Rimini nord – conferma Start Romagna – ci sono state le problematiche maggiori. I bus previsti e quelli aggiunti non hanno soddisfatto tutta la domanda e la concomitante manifestazione svoltasi a Bellaria Igea Marina, il Giro Handbike 2022, ha richiesto la modifica della linea nel comune di svolgimento. Le informazioni erano presenti sul sito di Start Romagna e sulla app di monitoraggio, evidentemente questa concomitanza ha generato problemi».

Per finire la replica alla Rinaldis: «Start ha sempre mantenuto un ruolo collaborativo anche con l’Associazione Albergatori di Rimini e con la sua presidente: è quindi con spirito costruttivo che vogliamo ricordare che in occasione di tutti i grandi eventi il piano dei trasporti è frutto di una concertazione che cerca di prevedere flussi e domanda, coi relativi costi da affrontare. È successo anche in questo caso».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui