Alpini a Rimini: servono Trc e linea 11. Ma il Triathlon di Riccione?

Alpini a Rimini: servono Trc e linea 11. Ma il Triathlon di Riccione?

Saranno alcune centinaia di migliaia; addirittura un milione e duecentomila secondo le più rosee previsioni (le famiglie al seguito saranno più del solito). La macchina organizzativa procede a ritmo forsennato per assicurare, ospitalità, accoglienza logistica e quant’altro all’esercito di alpini che arriverà in Riviera per l’adunata nazionale in programma dall’8 al 10 maggio.
Ma, visto che per la prima volta l’adunata si svolgerà in una città di mare, restano ancora tre pericolosi scogli da aggirare. La “breccia” su via Monfalcone alla stazione, per permettere il collegamento mare – monte; i collegamenti tra zona sud e zona nord; il blocco delle strade per il Triathlon di Riccione.

Il varco alla stazione, secondo quanto assicurava l’assessora Roberta Frisoni, dovrebbe essere realizzato nell’ambito degli interventi di riqualificazione in corso. E in tempi brevi. Il principale collegamento tra Riccione e Rimini (al servizio quindi di tutti gli alberghi della fascia costiera) è attualmente la linea 11 della Start. Andrà in pensione quando il Metromare sarà in piena operatività. La sperimentazione del nuovo trasporto rapido costiero inizierà il 23 novembre, con la prima corsa, ancora con i mezzi “tradizionali”. Poi sarà sospesa (si parla di uno stop da uno a tre mesi) e si ripartirà con i nuovi mezzi elettrici. Ma parlando di Trc tutta la sua storia ci insegna che i tempi sono la variabile “più variabile”. Vista la mole di persone da trasportare non sarebbe male comunque che in quei giorni fossero in funzione sia la linea 11 che il Metromare (tradizionale o elettrico che sia). Ma credo che in Comune già lo sappiano…
Problema Triathlon
Resta quindi lo scoglio sulla carta potenzialmente più arduo: la frattura provocata dal blocco delle strade per il Triathlon. Già l’edizione di quest’anno, anche senza bisogno degli alpini, ha causato inevitabilmente disagi alla viabilità (come è logico d’altronde). In quei giorni di maggio (il triathlon è in programma il 10) del prossimo anno avremo a che fare con una massa enorme di persone che dagli hotel di Misano, Cattolica ecc… dovrà attraversare Riccione per raggiungere l’adunata di Rimini. Siamo sicuri che non si stia sottovalutando il problema?

Argomenti:

Roberto Masini
About the Author

Direttore responsabile. Riminese, classe 1964, tra i soci fondatori che diedero vita all'esperienza del Corriere Romagna nel 1993.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *