Alpini e le molestie a Rimini: per Sacchetti (Pd) le dimissioni di Alvisi sono un invito a riflettere

“Ripartire da una discussione complessa sulle politiche della parità che i partiti hanno il dovere di affrontare, non solo a livello mediati”. Il segretario provinciale del Partito democratico di Rimini, Filippo Sacchetti, commenta le dimissioni di Sonia Alvisi da referente della Conferenza delle donne democratiche di Rimini innescate dalle polemiche sull’adunata degli Alpini, sottolineando che dimostrano sì “una grande assunzione di responsabilità personale”, ma invitano anche tutti “a farci carico seriamente di una discussione irrisolta, senza perdere di vista il merito e la sostanza”. Alvisi ha ricoperto il suo incarico con esperienza, per anni, “in dialogo aperto con il Pd sulle questioni fondamentali della parità di genere e della tutela dei diritti a 360 gradi”.

Sonia Alvisi

Sull’Adunata “siamo riusciti a dividerci e a farne una lotta politica, mancando l’obiettivo di una riflessione complessa rispetto a una cultura della prevaricazione che non deve trovare spazio mai, soprattutto in una manifestazione che si svolge a casa nostra”. Alcuni rappresentanti delle Istituzioni, aggiunge Sacchetti, “hanno usato parole chiare e inappellabili, parole che che non lasciano nessun dubbio all’interpretazione o a una presunta opportunità, come quelle ministro della Difesa Lorenzo Guerini, parole che in cui non possiamo che riporre fiducia per un vero cambiamento culturale”, conclude. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui