Alma Mater eccellenza italiana anche grazie ai campus romagnoli

 Ravenna e la Romagna tirano la volata all’Alma Mater di Bologna. Il presidente di Terminal container Ravenna, ed ex vicesindaco con delega proprio all’Ateneo, Gianntonio Mingozzi, saluta “con grande soddisfazione” il posizionamento ottenuto nella Qs world university rankings pubblicata ieri. L’Università di Bologna, sottolinea, si mantiene “tra i primi atenei al mondo e seconda in Italia dietro al solo Politecnico di Milano”. Un risultato che si deve appunto “anche agli investimenti e ai nuovi corsi” attivati nei campus della Romagna e di Ravenna in particolare, continua Mingozzi, con il sostegno e la partecipazione di Comune, Fondazione Cassa di risparmio ed altre istituzioni creditizie, e molte imprese del porto. L’Alma Mater tiene nello specifico il 167esimo posto assoluto nella classifica generale e si piazza al 73esimo per “Reputazione accademica”, grazie anche all'”affidabilità delle strutture di servizio agli studenti, al numero di quanti arrivano da ogni Paese ed accrescono il ruolo internazionale di Alma Mater, nonché alla qualità di studi e ricerche”. Si tratta, conclude Mingozzi, di “un risultato prestigioso” che “premia anche la nostra città con 4.000 iscritti e il record di immatricolazioni e di studenti stranieri”. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui