Alluvione a Forlì, lavori sull’argine del fiume e nuovi finanziamenti

FORLÌ. Si sono conclusi i lavori per la messa in sicurezza dei territori, in località Villafranca (Forlì) e Corleto (Faenza), che lo scorso maggio erano stati interessati dalla rottura degli argini sul fiume Montone all’altezza del ponte dell’autostrada A14. Il progetto, a cura del Servizio Area Romagna dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione civile e approvato in Conferenza dei servizi dai Comuni di Forlì e Faenza e da Autostrade per l’Italia, ha comportato l’acquisizione di terreni privati su cui sono stati spostati gli argini. Ora questi non passano più sotto le strutture di sostegno del ponte, ma si congiungono al terrapieno autostradale, a monte e a valle dell’A14. L’intervento, particolarmente efficace poiché innova una situazione che per via dell’interferenza tra fiume Montone e A14 rappresentava una criticità, ha avuto un costo di 300mila euro, finanziato dalla Regione come somma urgenza per il ripristino della sicurezza idraulica ai sensi dell’articolo 163 del Decreto legislativo 50/2016.

Intanto giovedì la seduta del Consiglio dei Ministri ha attribuito le risorse, frutto del lavoro di ricognizione delle necessità e programmazione svolto nei mesi scorsi dalla Regione insieme agli Enti locali, Aipo e Consorzi di Bonifica. Nel Forlivese nuove opere in arrivo nelle aree alluvionate di Villafranca e a San Martino in Villafranca e Villafranca, nelle zone della rotta del Montone: serviranno per completare gli interventi di ripristino delle arginature. Sarà anche costruito un nuovo impianto idrovoro e verranno sostituite le paratoie a livello dell’immissione del canale Fossatone nel Rio Cosina, gravemente danneggiate dalla Piena del fiume. Lavori di difesa spondale sono previsti anche sul Ronco, a Forlì, in località La Grotta.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui