Alla scoperta delle Rocche di Romagna attraveros i sapori

Scoprire i castelli della Romagna anche attraverso i sapori dei territori. Turismo e gastronomia è il binomio alla base del progetto di marketing “Rocche di Romagna” che vede coinvolti i Comuni di Bertinoro, Castrocaro Terme Terra del Sole, Forlimpopoli, Meldola, Predappio, nel Forlivese. L’obiettivo dichiarato è quello di valorizzare questo pezzo di Romagna facendone scoprire, insieme, i paesaggi suggestivi, borghi, sorgenti termali, itinerari escursionistici per le bici e il trekking, le Rocche e naturalmente i sapori.

Il calendario di maggio

Il calendario di maggio è serrato, ma solo un assaggio di quello che poi si svilupperà in estate: 6-7-8 maggio partenza a Bertinoro, con concomitanza il 7-8 a Castrocaro Terme, 14 e 15 maggio a Forlimpopoli, 22 maggio a Predappio Alta e 29 a Meldola, il tutto all’insegna della filosofia “lenta. Partner sarà infatti la Condotta Slow Food Forlì-Appennino Forlivese che per il week end inaugurale, nella giornata di sabato 7 maggio, alla Rocca di Bertinoro avvierà una serie di iniziative legate al cibo “buono, pulito e giusto” e in particolare all’olio extra vergine di oliva. «Sarà l’inizio di un cammino che il Comune di Bertinoro vuole intraprendere per diventare Biodistretto, ovvero creare un patto per uno sviluppo verde e biologico del territorio comunale, coinvolgendo gli agricoltori, i privati cittadini, le associazioni, gli operatori turistici e i produttori biologici –spiega la fiduciaria Slow Food Antonella Altini –. Noi saremo presenti con il contributo della Fondazione Slow Food per Biodiversità, la presentazione della guida Slow Food agli Extravergini 2022, e con la possibilità di incontrare e degustare gli oli della nostra regione presenti in guida».

Il programma del 7

L’olio extra vergine di oliva è infatti uno dei prodotti di queste terre che beneficia del cosiddetto “spungone”, la caratteristica roccia che oltre 3 milioni di anni fa era una barriera corallina sotto il livello del mare che inondava questi spazi. Il 7 maggio si parte alle 9.30 alla Rocca di Bertinoro, nella Sala Affrescata con la tavola rotonda “Bertinoro verso il Biodistretto”, ospiti Barbara Lori assessora regionale alla Montagna, Gessica Allegni sindaca di Bertinoro, Francesco Sottile docente dell’Università di Palermo e Fondazione Slow Food per la Biodiversità, Mauro Sirri presidente dell’Associazione viticoltori di Bertinoro. Alle 12 seguirà la presentazione della Guida “Extravergini 2022” edita da Slow Food con i coordinatori regionali del Progetto olio Mauro Pasquali per Veneto e Trentino, Angelo Lo Conte per Campania e Basilicata e Claudio Bellini per Emilia-Romagna. I banchi di degustazione e vendita degli oli saranno aperti dalle 15 alle 19 arricchiti alle 15 dal laboratorio “All’ombra della Rocca gli oli di Bertinoro” e alle 16.30 laboratorio “Pane e Olio” per ragazzi dai 6 ai 14 anni, entrambi coi prodotti delle aziende agriole Liscio-Il frutto di un incontro, Celli Beccavento, e Loretta Nardini. Da non perdere poi la degustazione delle 18 con “Gli Oli del Presidio dell’Emilia-Romagna” con le etichette dell’Antico Frantoio Turchi, Oleificio Sapigni, dell’azienda agricola Primo Fraternali Grilli e della Tenuta Pennita.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui