Alice e Niccolò Fabi in concerto in Romagna

Oggi sbarcano in Romagna due artisti che hanno qualcosa in comune: la sofferenza per la perdita di una persona che ha segnato la loro vita, ma anche la capacità di risollevarsi per dedicare la loro arte alle persone amate che non ci sono più. Cosa che le rende ancora più empatiche.

Alice

A Cattolica, dalle ore 21 nell’arena della Regina, si esibisce la nostra Carla Bissi, romagnola di Forlì: tutti la conoscono come Alice, e sale sul palco per cantare le canzoni di Franco Battiato, che fu il suo mentore (scrisse per lei “Per Elisa” con cui vinse Sanremo), e compagno di avventure musicali sui palchi di mezzo mondo. Se c’è oggi una persona che può omaggiare Battiato nel modo giusto, quello in cui sarebbe piaciuto al genio siciliano, è lei.

“Alice canta Battiato” è la summa di un sodalizio artistico con il cantautore catanese che ha caratterizzato una parte importante del percorso musicale e professionale di entrambi. In questo nuovo tour è accompagnata al pianoforte dal maestro Carlo Guaitoli, da tanti anni collaboratore di Battiato in qualità di pianista e direttore d’orchestra. Alice riesce a restituire l’anima di Battiato con autenticità ed eleganza, soprattutto per quell’affinità artistica che da sempre li lega e che la rende un’interprete unica. Insieme hanno condiviso numerosi progetti e palcoscenici fino alla reunion dopo 35 anni nel 2016 con un tour italiano pieno di sold out, fra cui quello di Cesena.

Il programma prevede brani appartenenti a diverse fasi musicali del cantautore siciliano a partire dal 1980, anno in cui è iniziata la collaborazione artistica, include poi canzoni scritte e cantate insieme (anche più recentemente nel tour del 2016), una parte di pezzi dell’album “Gioielli rubati”, le due canzoni che Battiato ha scritto per gli ultimi due album di Alice, “Samsara” e “Weekend” (“Eri con me” e “Veleni”) e anche una piccola incursione nelle cosiddette canzoni “mistiche”.

Niccolò Fabi

L’altro artista che ha saputo superare il dolore (per la perdita della figlioletta) e tornare a farci sognare, è Niccolò Fabi, stasera e domani sul palco della Rocca Malatestiana di Cesena, dalle 21.30, per “Acieloaperto”. Un cantautore così amato in Romagna che una sola data non è stata sufficiente (entrambe le serate sono sold out) Ad aprire i due concerti sono stasera alle 19.30 il cantautore afro-romagnolo Fadi, alle 20.30 lo segue Esseho (Matteo Montalesi) autore del pezzo “Bambi”. Sabato invece alle 19 apre Manuel Pistacchio, alle 20 prosegue Giuseppe “Houdini” Righini.

Alle 21.30 il palco è tutto per l’artista romano che promette un viaggio libero ed emozionale attraverso la musica e le canzoni.

«Credo che un’esperienza come l’inaspettata pandemia – ha dichiarato Fabi in una intervista – possa spingere di più gli artisti a imparare, a guardare, a raccontare, a non essere solo se stessi sul palcoscenico. Ammetto però che, per quanto mi riguarda, non sono stato particolarmente stimolato dal punto di vista artistico. Dopo aver vissuto una fase di tre anni di introspezione per arrivare al mio nuovo disco (“Tradizione e tradimento”, ndr), avrei preferito vivere in modo più estroverso i miei giorni, più in relazione con gli altri, perciò non ho ancora sentito il bisogno di raccontare di questa esperienza globale. Capiremo forse più avanti quello che ci è successo, intanto suoniamo e sogniamo».

Info per Alice: Pulp 329 0058054
Per Niccolò Fabi: 339 2140806

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui