Alfonsine, incendio in camera da letto: anziana in ospedale

Alfonsine, incendio in camera da letto: anziana in ospedale

ALFONSINE. Attimi di paura ieri ad Alfonsine dove è divampato un incendio in un appartamento all’interno del quale in quel momento si trovavano tre persone. Una di queste, una donna di 88 anni, è stata trasportata in elicottero all’ospedale Bufalini di Cesena con ustioni gravi. L’appartamento si trova al primo piano di una palazzina in via Fratelli Rosselli 12; erano circa le 13 quando è scattato l’allarme perché dalla camera da letto è partito un incendio, per cause in corso di accertamento da parte dei vigili del fuoco e dei carabinieri intervenuti sul posto. Nell’abitazione in quel momento c’erano due sorelle di 96 e 88 anni e la badante, una donna di 58 anni.

[meta_gallery_slider id=”93197″]

L’anziana di 88 anni era nella camera da letto quando è partito l’incendio, la badante e la sorella dell’anziana si trovavano in un altra stanza e appena si sono rese conto hanno dato l’allarme; un vicino è intervenuto ed ha aiutato la badante a portare fuori l’anziana che si trovava nella stanza dell’incendio. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Lugo e Ravenna, i mezzi del 118 (due ambulanze, l’auto con il medico a bordo e l’elicottero) e i carabinieri. I sanitari che hanno soccorso la donna, viste le gravi ustioni riportate ad una gamba dall’anziana, ne hanno disposto il trasferimento al Bufalini di Cesena con l’elimedica: il mezzo arrivato da Bologna era atterrato nel piazzale davanti allo stadio ed è ripartito con la donna alla volta di Cesena. La sorella e la badante non hanno riportato ustioni, ma a causa del fumo che ha invaso la casa e che hanno respirato sono state portate in ospedale per accertamenti. Ingenti i danni all’appartamento: la camera da letto dove c’erano anche un divanetto e alcuni suppellettili, è andata a fuoco. Inoltre il calore ha provocato problemi di stabilità al solaio che si trovava sopra la stanza. Sul posto si è recato anche il funzionario dei vigili del fuoco per valutare la situazione e decidere se puntellare per mettere in sicurezza l’appartamento che è stato dichiarato al momento inagibile in attesa di verificare la situazione. Oggi carabinieri e vigili del fuoco faranno un sopralluogo e provvederanno a mettere i “cristi” per sorreggere le strutture in camera da letto e per verificare la stabilità della stanza danneggiata una volta esaurito il calore.
Difficile al momento stabilire quale sia stata la causa che ha fatto partire l’incendio. Pare comunque che non si tratti di un guasto elettrico, potrebbe essere stato un mozzicone di sigaretta.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *