Alfonsine, allarme incidenti sulla via Reale

Una spaventosa sbandata seguita da un’altrettanta spettacolare carambola hanno fatto temere il peggio. Nessuno di chi ha assistito a quel drammatico incidente stradale avrebbe mai pensato di trovare una persona ancora in vita tra quelle lamiere accartocciate. E invece, fortunatamente, il bilancio è di un solo ferito trasportato al Trauma Center dell’ospedale Bufalini di Cesena in condizioni gravi. È la fotografia di quello che è successo nella tarda serata di Ferragosto lungo la statale Adriatica alle porte di Alfonsine, di fronte al ristorante Il Casolare.

La dinamica

È in questo tratto di via Reale che poco dopo le 20 una Ford Galaxy, condotta da un 41enne di Argenta, sembra abbia speronato in fase un’Alfa Romeo Giulietta con a bordo due ragazzi ferraresi, seguiti a loro volta da una seconda vettura con altri quattro amici della stessa città. Tutti quanti da Ravenna stavano procedendo in direzione Argenta.

Nella fase di rientro nella propria corsia, il monovolume avrebbe urtato lo specchietto sinistro della sportiva italiana, danneggiando anche parte della fiancata. L’impatto avrebbe fatto sbandare il 41enne argentano che ha tagliato la corsia destra finendo nel terreno erboso del parcheggio adiacente al ristorante. Alla conclusione di un centinaio di metri di rally incontrollato si è cappottato più volte distruggendo la vettura.

La chiamata al 118 è stata immediata e sul posto si sono precipitate un’ambulanza e l’automedicalizzata seguite da un mezzo dei Vigili del Fuoco. I sanitari hanno quindi provveduto a stabilizzare il ferito, che comunque non ha mai perso conoscenza, disponendo il suo trasferimento al nosocomio cesenate. L’uomo starebbe già meglio e le sue condizioni non desterebbero preoccupazioni. Sul posto, per i rilievi di legge e la regolazione del traffico particolarmente congestionato in quelle ore, è intervenuto il Nucleo infortunistica della Polizia locale della Bassa Romagna.

Punto pericoloso

Sempre in quel punto nel maggio scorso si era verificato un fatale quanto incredibile incidente stradale, nel quale aveva perso la vita una pensionata di 70 anni di Masiera. La vittima, che viaggiava su una Toyota guidata dal marito 77enne, era stata centrata da una lamiera volata via dal carico di un furgone che viaggiava in direzione opposta. In quel caso una delle grembialine in rame che si erano sganciate dal cassone si era così trasformata in un proiettile che aveva trapassato il parabrezza disintegrandolo, senza lasciare scampo alla sfortunata passeggera. Il conducente del furgone, peraltro, non si era nemmeno immediatamente fermato, salvo poi presentarsi dai carabinieri.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui