Nei prossimi giorni sono in arrivo le “bollette” per le utenze domestiche di Forlì. Saranno emesse 55.239 “bollette”. La fattura riguarda un acconto dei primi sei mesi dell’anno che è stato calcolato per i primi 3 mesi di transizione con il metodo “normalizzato”, applicando le tariffe vigenti lo scorso anno in regime di tributo TARI, scorporando l’IVA e il tributo provinciale, e con i parametri relativi al numero componenti e riduzioni del nuovo Regolamento Tariffario;da aprile è applicato il metodo “puntuale”, secondo le tariffe approvate dal Coordinamento soci e da Atersir, quindi tenendo conto della quota fissa in base ai soli abitanti, “pro die”, e per la quota variabile un acconto di 5 kg per abitante secondo la tariffa variabile approvata dall’Autorità.

In riferimento alle emissioni negli altri comuni gestiti da Alea Ambiente, questi i dati di riferimento: sono state emesse in totale 26.603 fatture nei Comuni di Castrocaro Terme e Terra del Sole, Civitella di Romagna, Dovadola, Forlimpopoli, Galeata, Meldola, Modigliana, Portico di Romagna e San Benedetto in Alpe, Predappio, Rocca San Casciano, Tredozio. Gli utenti che ad oggi si sono presentati ai Punti Alea per chiedere informazioni in merito alla fatturazione ricevuta sono il 2,72% del totale; mentre solo l’1,37% degli utenti ha richiesto la revisione della bolletta.

Argomenti:

Alea

bollette

Forlì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *