Al Sì Fest gli studenti indagano su Pesaresi

«È difficile scordare quegli occhi che sapevano guardare oltre, dice Denis Curti, direttore artistico di Si fest. La figura del compianto fotografo riminese Marco Pesaresi sarà ancora una volta al centro dell’importante rassegna savignanese. «Il suo sguardo ci ha portato ovunque nel mondo, raccontandoci storie di culture, città, individui e quantità umana».

L’intero archivio Pesaresi è stato donato alla città di Savignano dagli eredi (la madre Isa Perazzini e le sorelle Laura e Simona Pesaresi), composto nella sua interezza da oltre 140mila documenti tra negativi, fotografie, provini, stampe e diapositive, che il Comune di Savignano si è impegnato a conservare, valorizzare, promuovere e inventariare, archiviare e digitalizzare permettendone la consultazione su Opac.

E dopo il lungo viaggio sulle metropolitane del mondo di Underground, il pubblico potrà ammirate dal 10 settembre alla seicentesca chiesa del Suffragio le foto inedite di I megastore.

L’Istituto Einaudi

La mostra con il relativo catalogo, a cura della classe 4E dell’Istituto Einaudi di Viserba, è il risultato di due anni di lavoro degli studenti stessi all’interno del percorso del Pcto (Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento) che si è sviluppato in collaborazione con Savignano Immagini. L’incontro ha permesso ai ragazzi di conoscere la storia del fotografo e di accedere al materiale fotografico che ritrae la vita e l’umanità brulicante dei megastore di Minneapolis, Mosca, Taiwan e Parigi. Una visita guidata è in programma l’11 settembre alle 16.

Gli studenti

«Abbiamo lavorato con molta cura e dedizione a questo progetto, soprattutto perché riconosciamo l’onore di aver avuto per primi la possibilità di accedere e scansionare i negativi del materiale inedito», spiegano i ragazzi. «L’idea di questo progetto ci è servita per mantenere vivo il ricordo di un grande fotografo e ci ha dato la possibilità di fare una nuova esperienza collaborando come classe. Ringraziamo la preside Maria Rosa Pasini, Isa Perazzini e Tomas Maggioli, tutor aziendale per l’associazione Savignano Immagini, che insieme ai docenti Cecilia Gamberini e Giacomo Corda ci hanno accompagnato e sostenuto nella realizzazione di questo progetto».

Imparando a organizzare un evento culturale in ogni sua fase, selezionando le foto che saranno esposte alla mostra.

Il Premio Pesaresi

Giunge inoltre al traguardo della ventesima edizione il Premio Marco Pesaresi per la fotografia contemporanea, promosso dal Comune di Savignano in partnership con il Comune di Rimini e in collaborazione con Savignano Immagini. Il prestigioso riconoscimento (del valore per il vincitore di 5000 euro), che in passato ha premiato giovani autori, divenuti affermati fotografi del panorama contemporaneo, come Luigi Gariglio, Alex Majoli, Paolo Pellegrin, Andrea & Magda, sarà assegnato il 12 settembre alle 19 nel corso della manifestazione di chiusura del Si fest.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui