RAVENNA – Un telo con un raggio di due metri da utilizzare nelle spiagge libere, pallet come divisori. Pali in legno per fare ombra: le ultime idee per la stagione balneare in grado di assicurare il distanziamento sociale sono state lanciate da Cmit Europe (China Merchants Industry) che ha la sua sede europee a Ravenna e si occupa di logistica, cantieristica e infrastrutture. L’azienda esce dal suo seminato sviluppando “alcuni concepts che riteniamo essere concreti e facilmente realizzabili perché pensati per l’uso specifico di materiali poco costosi e di recupero. Tali progetti sono stati ideati senza fini di lucr ,ma per supportare il territorio in questa delicata fase proponendo soluzioni che possano essere implementate velocemente dai proprietari di stabilimenti
balneari e dai fruitori delle spiagge libere”.

Una prima proposta è appunto il telo circolare con raggio di due metri “ancorato alla sabbia con micro picchetti”. Un’opzione che e può essere utilizzata sia dagli stabilimenti balneari che dai cittadini nella spiaggia libera.

Al mare con pallet e teli circolari? L'idea di un'azienda ravennate

Ci sono poi due proposte più rivolte ai bagnini: “La prima è costruita grazie a pali standard (che si trovano in qualunque negozio fai da te) che formano una struttura su cui è possibile montare dei teli leggeri, i quali permettono allo stesso tempo di creare distanziamento sociale e abbronzarsi. La seconda proposta la struttura è formata grazie ai comunissimi pallets che, fissati tra loro ed eventualmente ridipinti, secondo l’azienda “possono velocemente rispondere alle necessità della costa. Inserendo inoltre un semplice supporto, il pallet si trasforma anche in una base di appoggio supplementare per i vassoi, al fine di facilitare la consumazione del pasto sotto l’ombrellone”.

CMIT-Europe, oltre allo svolgimento delle sue normali attività, “si mette a disposizione, senza scopo di lucro,
nei vari tavoli delle amministrazioni comunali e delle associazioni di categorie, al fine di trovare nuove
soluzioni nel nostro territorio”.

Argomenti:

CMIT EUROPE

ravenna

spiaggia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *