RIMINI. Un grande Fellini luminoso alto 3 metri che interpreta una delle foto più celebri, scattata sul set di “8 e mezzo” da Tazio Secchiaroli. E’ stato svelato ieri pomeriggio ‘Fellyricon’, la nuova opera che l’artista della light art Marco Lodola, insieme a Simona Ventura e Giovanni Terzi, hanno voluto donare al Grand Hotel e a Rimini, che iconizza la nota immagine di Fellini che, brandendo una frusta, mostra a Marcello Mastroianni come interpretare il ruolo di Guido nella scena dell’harem sul set di 8 ½, mettendo in rilievo il ruolo di domatore (di personaggi, di fantasmi, di ossessioni) del regista. Ad accendere la scultura luminosa è stato ieri pomeriggio l’artista Lodola, insieme al Sindaco di Rimini Andrea Gnassi e all’attore e scrittore Bruno Zanin, celebre per essere stato il Titta di Amarcord, ospiti del quarto incontro della Terrazza della Dolce Vita, il ciclo di appuntamenti che ogni giorno, fino all’11 agosto, vedrà personaggi della cultura, dell’arte e dello spettacolo raccontarsi e raccontare i propri sogni, intervistati dal giornalista, scrittore e conduttore televisivo Giovanni Terzi.

Argomenti:

fellini

grand hotel

rimini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *