TOSSIGNANO. “La chitarra: tra classico e popolare” è il tema di oggi per la 20ª edizione di “Emilia Romagna Festival”. Il borgo di Tossignano accoglie infatti in piazza Andrea Costa (ore 21) lo Aïghetta Quartett (François Szonyi, Alexandre Del Fa, Philippe Loli e Olivier Fautrat) con un programma incentrato su questo strumento dalle molte “voci”. È una caratteristica dell’ensemble, infatti, proporre brani anche cronologicamente lontani fra loro amalgamandoli però in un insieme armonioso. In programma, pagine dal “Barbiere di Siviglia” di Rossini e di “Carmen” di Bizet, oltre a due canzoni da “L’opera da 3 soldi” di Weill, al “Tango del mar” e a “Fuego” di Philippe Loli. Il concerto è realizzato in collaborazione con il Festival Ljubljana e, grazie al sostegno della Fondazione CaRisp di Imola, è a ingresso libero.
Il 12 agosto “Erf” si sposta nel cortile dell’Abbazia di Pomposa (ore 21.15), con “Latino Mediterraneo”. Federico Mondelci, ai sassofoni, e il fisarmonicista Simone Zanchini raccontano la storia del tango intrecciandola con quella della musica latinoamericana. In programma ci sono infatti le “Czardas” di Iturralde ma anche i classici “Oblivion” e “Libertango” di Piazzolla o “Alfonsina y el mar” di Ariel Ramirez. Libero. Prenotazioni: 0542 25747. “Da Bach a Cassadò” è il titolo della serata che vede protagonista il violoncellista Denis Burioli il 13 agosto (ore 21) alla chiesa del complesso ex Salesiani di Faenza, per la rassegna musicale “In Tempo”. Il giovane musicista si esibisce nelle “Suite per violoncello solo, 4 e 6” di Bach, e nella “Suite per violoncello solo” di Cassadó. In apertura, letture della poetessa Francesca Serragnoli. Offerta libera.
Prenotazioni: 0546 21186

Argomenti:

Aïghetta Quartett

Emilia Romagna Festival

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *