Ai funerali di Elisabetta anche i Capitani Reggenti di San Marino

Esequie della Regina, i Reggenti a Londra per l’omaggio del Titano. Centinaia di teste coronate, dignitari e capi di Stato, oggi alle 11 (le 12 in Italia) renderanno l’ultimo saluto a sua maestà Elisabetta II. ll funerale si terrà nell’abbazia di Westminster dove la sovrana si sposò nel 1947 e fu incoronata nel 1953. Tutti gli ospiti, circa 2mila persone, dovranno attenersi a un rigido cerimoniale pianificato già a partire dagli anni Sessanta, che riecheggia antiche tradizioni, curando ogni dettaglio, dal dress code ai posti a sedere distribuiti in base ad età, lignaggio e prestigio del Paese di provenienza. L’entrata degli ospiti nell’Abbazia, circondata dalla folla commossa, si protrarrà per circa 3 ore in una solenne processione scandita dai rintocchi del Big Ben. Solo Joe Biden e Isaac Herzog, rispettivamente presidenti degli Stati Uniti e di Israele, si muoveranno con un’auto propria, mentre gli spostamenti di tutti saranno rigorosamente uniformati.

Il tributo della Terra della libertà

A porgere l’ultimo omaggio ci saranno anche i Reggenti di San Marino Oscar Mina e Paolo Rondelli accompagnati dal console di San Marino nel Regno Unito Maurizio Bragagni e dal direttore del cerimoniale diplomatico Silvia Berti. Dopo aver firmato il libro delle condoglianze nella cornice di Lancaster House, lasciando un messaggio di tributo, Mina e Rondelli hanno partecipato nella serata di ieri al ricevimento organizzato dal re Carlo III a Buckingam Palace. Stamani ascolteranno le preghiere dell’arcivescovo di York, il cardinale arcivescovo di Westminster, il moderatore dell’Assemblea della Chiesa di Scozia e quello delle Chiese libere. Sermone ed encomio saranno affidati all’arcivescovo di Canterbury mentre il decano di Westminster dispenserà la benedizione. L’inno nazionale chiuderà la cerimonia verso le 12 dopo due minuti di silenzio in tutto il Regno. Al termine della funzione ai Reggenti sarà destinato un ricevimento dal Ministero degli esteri britannico. alla fine della liturgia il corteo guidato dal nuovo sovrano scorterà la bara di quercia raggiungendo Wellington Arch, a Hyde Park Corner, dopodiché una cerchia più ristretta si recherà alla St Georges Chapel finché solo gli eredi si riuniranno per assistere alla sepoltura presso il castello di Windsor.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui