Ha rimediato una ferita di 7 centimetri alla testa, suturata in Pronto soccorso con 8 punti, e una frattura al naso, in circostanze che andranno chiarite anche con l’ausilio degli impianti di videosorveglianza presenti sul posto. Il fattaccio è accaduto la scorsa settimana, in piazza della Libertà, e ieri il 57enne cesenate che ne è stato vittima, riportando una prognosi di 20 giorni a seguito dei traumi subiti, ha sporto una querela al Comando dei carabinieri, allegando il referto medico.
Ha riferito di essere stato colpito alle spalle da qualcuno, dopo che un gruppo di giovani frequentatori e frequentatrici abituali del centro lo aveva accerchiato. Avendo visto una ragazza che aveva afferrato ai polsi un’altra e la stava trascinando via, lui aveva esortato a porre fine a quella che gli era parsa «un’imposizione» fatta con prepotenza e subito dopo, secondo quanto ha dichiarato nella denuncia, avrebbe ricevuto un colpo alla nuca e al naso con un oggetto contundente. Il tutto tra le 20.30 e le 21.15 del 6 novembre. Un paio di ore prima si era già trovato in una situazione tesa, quando aveva telefonato alla polizia locale per avvertire che numerosi ragazzi stavano danneggiando i giochi in legno in piazza della Libertà, usando in modo improprio gli skateboard. Una scena a cui ha assistito un’altra testimone.
Resta da capire se tra i due momenti ci sia un collegamento, ma il 57enne ferito ha sostenuto che quanto capitato è solo un episodio di una lunga catena di aggressioni e diffamazioni che vanno avanti da tempo. Una sorta di stalking collettivo a cui ha fatto esplicito riferimento nella querela presentata. Questa situazione ha creato «un perdurante e grave stato di ansia e di paura» per la propria incolumità e quella dell’anziana madre invalida che vive con lui, al punto da essere «costretto ad alterare le proprie abitudini di vita». Tutti elementi che, se accertati, potrebbero integrare il reato di stalking, in questo caso non individuale ma di gruppo.

Argomenti:

aggressione

denuncia

piazza Della libertà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *