Mi sembra che le donne stiano tutte uscendo di testa. Per me una donna si realizza con la famiglia, il marito, i figli, la casa. Adesso vogliono fare tutte carriera, sono femministe, ma poi sono arrabbiate e infelici. Poi, vorrei dire che io non credo all’amicizia fra uomo e donna perché c’è sempre un tornaconto. Il mio fidanzato sa che prima di ogni cosa viene la coppia, e non può mettere prima l’amicizia. Poi, amicizia per modo di dire. Delle donne non ci si può fidare, sono facili, io non mi fido di nessuno. Non voglio che il mio fidanzato parli con le “amiche”, racconti i fatti nostri e si messaggi. Lui lo sa e per rispetto non lo fa. Spesso dico il mio pensiero sui social e vengo attaccata, ma non riusciranno a farmi cambiare idea, la coppia aperta la facciano loro.
Stefania

Catia Donini

Io spero che questa mail sia uno scherzo, e che l’estensore sia qualcuno che, in un momento di noia acutissima, si sia messo d’impegno per stipare in poche righe un tot di scempiaggini, pregiudizi, cliché e vaccate.
Ritengo però ci sia qualche possibilità (remota, ma esiste) che questo frullato di cretinerie provenga da qualcuno che ci crede. In questo caso, cosa rispondere?
Lei ce l’ha con le donne, e mi piacerebbe vedere questo fidanzato irresistibile che non ha amiche perché Lei non vuole e perché ovviamente queste amiche (essendo facili) gli si offrirebbero compulsivamente. Sarebbe perfino banale dirle che se un uomo vuole tradire, può trovare occasioni ovunque (in ambito lavorativo?), se vuole scambiare messaggi all’insaputa della compagna trova il modo di farlo, e via così.
Oltre ad avercela con le donne che vogliono fare carriera (come si permettono?), Lei ce l’ha con le femministe, dimenticando che è grazie a loro che Lei oggi vota (anche se una vocina mi dice che Lei non eserciti questo diritto), guida l’auto, può sperare prima o poi di guadagnare come un uomo. Lei dice che una donna si realizza con casa, marito, figli: quella donna è Lei, se altre donne non mettono queste cose ai primi posti, a Lei cosa tolgono?
Pare immaginare che bande di femmine pericolosamente attente ai diritti vadano vagando per le strade cercando di diventare finte amiche di uomini accompagnati per poi sedurli, tipo Guerriere della notte.
Non mi soffermerò sull’idea che ha di questi maschi tonti che si fanno circuire con la facilità di chi beve un caffè, Lei deve aver avuto riferimenti familiari e culturali piuttosto tragici e non vorrei infierire. Una domanda però sorge spontanea: cosa c’entra la coppia aperta? Guardi che quella è un’altra cosa, e non bisogna essere femministe o arrabbiate intellettuali per saperlo, basta guardare Il segreto o Beautiful.

Argomenti:

affetti collaterali

posta del cuore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *