Affetti collaterali: mia sorella e il mio ex fidanzato

Ho 30 anni, e una sorella di 28. Siamo sempre state molto unite, anche per la poca differenza di età, sempre molto amiche e complici. Anche adesso che io vivo per conto mio, e lei ancora coi miei genitori, ci sentiamo quasi ogni giorno per chiacchierare e raccontarci le nostre giornate. Sono stata fidanzata per 4 anni con un tipo che me ne ha fatte di tutti i colori, mi ha cornificato in molte occasioni, e verso la fine della relazione mi ha trattato proprio male. Non è stato semplice per me troncare, convivevamo e lui mi prometteva sempre che sarebbe cambiato, ma non lo ha mai fatto e alla fine 6 mesi fa l’ho mollato. Con grandi pianti sulla spalla di mia sorella, che come sempre mi consolava e mi diceva che meritavo di meglio. Ora è scappato fuori che loro 2 stanno insieme, e oltretutto non me lo ha detto lei, ma una comune amica che li ha visti in atteggiamenti molto chiari. Io però non volevo crederci, invece quando abbiamo avuto il confronto ha ammesso tutto, imbarazzata ma anche stupita della mia reazione. Dice che sono cose che capitano e al cuor non si comanda. Mi sento uno schifo anzitutto perché non me lo ha detto, poi perché ha visto bene che cosa mi abbia fatto il ragazzo in questione, e mi stanno venendo pure dei dubbi sulla durata di questo legame, magari me l’hanno fatta alle spalle già all’epoca in cui io e lui vivevamo insieme? In ogni caso mi sento tradita e non riesco più ad avere fiducia in lei.
Letizia

Catia Donini

Eh, capisco bene. E mi immagino il tourbillon di sentimenti ed emozioni, nessuno dei quali positivo. Dispiace che sua sorella si sia accompagnata a un cretino, dispiace che non abbia trovato il coraggio di parlare, dispiace un po’ tutto. Io non conosco sua sorella, e oltretutto sono figlia unica e come tutti gli only child tendo a mitizzare le fratellanze e le sorellanze che mi figuro con connotati da commedia americana (sì, è sempre il cinema che ci frega) e riti di passaggio che ti cementano in un sol cuore per la vita (anche se so bene che non è così, quasi mai).
Venire a sapere della nuova coppia in questa maniera è una vera schifezza, però non mi fisserei su dubbi retroattivi, che avvelenano senza alcun costrutto. Certo che quest’uomo deve avere un notevole carico di fascino rimbambente, in fondo lei ci ha passato 4 anni e ora sua sorella ci casca con tutte le scarpe: ma a questo punto starei alla finestra, con una betoniera di popcorn e il plaid sulle ginocchia. Se in questo periodo non ha voglia di messaggiarsi con la sorella come nulla fosse, capisco, ci mancherebbe. Si prenda tempo per metabolizzare: magari, prima ancora di aver finito di digerire il rospo, toccherà a lei fornire la spalla su cui piangere (e lei generosamente lo farà, vero?).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui