Ci siamo conosciuti su Facebook in un gruppo sull’Irlanda, passione che abbiamo in comune. Ci sentivamo su Messenger, poi abbiamo iniziato a mandarci messaggi su WhatsApp, dopo qualche mese siamo passati alle telefonate vere e proprie e ormai non passa giorno senza che ci sentiamo e chiacchieriamo del più e del meno, raccontandoci le nostre giornate. A me lui piace molto, e anche lui si è sbilanciato in più di un’occasione, dicendo che sono la sua donna ideale, che mi trova bella, che sentirmi al telefono è la cosa migliore in questo periodo in cui il lavoro, causa crisi relativa al CoVid, lo sta facendo impazzire. A me non pare vero aver incontrato un uomo (ha 38 anni) gentile, educato, che mi fa complimenti. Però dopo più di 6 mesi di telefonate quotidiane non mi ha ancora chiesto di vederci, nonostante io gli abbia buttato lì più di una volta che vorrei incontrarlo al più presto. Non dice né sì né no, ma c’è sempre qualche impegno o qualche impedimento, una volta una visita dal medico, un’altra il lavoro, oppure deve andare a trovare i suoi che abitano lontano. Come posso “smuoverlo”? Ho anche proposto di spostarmi io (abitiamo a meno di un’ora di treno), ma lui dice che non mi farebbe mai fare questa fatica, in tempi oltretutto di emergenza sanitaria. Una delle mie più care amiche dice che è premuroso e io sono troppo sospettosa, un’altra dice che è un bel furbo.
Milvia

Catia Donini

Un’altra (che non è una delle sue più care amiche, ma la persona cui Lei ha scritto) dice che è sposato o fidanzato. So che può sembrarle un’ipotesi brutale, ma dirle che è bella, che è la sua donna ideale, che gli piace chiacchierare con Lei al telefono è un kit-approccio molto basic, quello da discount, in cui lo chattatore (si dirà così?) non deve nemmeno impegnarsi più di tanto. Sei mesi di telefonate quotidiane sfiancherebbero chiunque, però capisco che a furia di parlarsi ci s’affeziona, sempre che non siano call center: ma se dopo 180 chiamate uno non fa lo sforzo di fissare un appuntamento live, lasci perdere o al massimo tenga quello di bello che c’è. Magari è un conversatore formidabile e arricchisce la vita averci a che fare (complice un piano tariffario a prezzi stracciati, ci faccia sapere l’operatore telefonico). Non so se ha mai visto la serie TV Catfish, fossi in Lei guarderei un paio di puntate: è sicura, per intenderci, che lui sia quello che sembra? Anzitutto chieda di fare una videochiamata, e veda come reagisce. Poi, motivi per non avere voglia di incontrarla nemmeno per un caffè ce ne possono essere 600, e noi nella testa di quest’uomo non possiamo entrare: impegnato? Profumiere? Chiacchieratore accanito? Indeciso? Coniugato con abbondante prole? In ogni caso se ha sempre da lavorare, da andare dal medico o dai genitori e tutte queste ipotesi sono preferibili a vedere Lei, a me più che l’uomo dei sogni pare un accollo.

Argomenti:

CHAT

posta del cuore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *