FERRARA. A soli 58 anni è morto a Ferrara il reporter centese Andrea Samaritani, fondatore di Meridiana e autore di libri fotografici come “Romagnamia” (Minerva edizioni).

«Il mio approccio al mondo del liscio e della Romagna in generale arriva da lontano – aveva detto nell’occasione intervistato per il Corriere Romagna da Marcello Tosi -. Le immagini che sono andato costruendo nei vent’anni di mestiere di fotografo abbracciano un paesaggio universale, che va dal Salento con la pizzica, alla Spagna con il flamenco, al sirtaki greco, con un approccio di tipo antropologico. Ecco allora che il liscio andava documentato in tutti i suoi aspetti, non solo nel luogo dell’eccellenza del ballo: la balera. Un lavoro che stiamo portando avanti dal 2004. Far conoscere il liscio fuori dal territorio romagnolo, verso le nuove generazioni, è lo scopo del lavoro che stiamo facendo».

Ha collaborato con le principali riviste dell’editoria italiana ed europea, tra cui Bell’Italia, Dove, I Viaggi del Sole 24 ore, Io Donna, Il Venerdì, Sette, La Repubblica, La Stampa, L’Espresso, Panorama e Qui Touring.

Ha pubblicato più di 80 libri fotografici come autore e sue immagini sono contenute in più di 350 volumi di storia e di arte. Con le sue fotografie sono stati realizzati più di cento manifesti e 400 copertine di riviste e libri. Sue fotografie sono conservate in tantissimi archivi comunali, provinciali e regionali, sovrintendenze, editori, centri studi, e fondazioni culturali in tutta Italia.

Argomenti:

fotografia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *