Addio a Lino Vici, ex assessore di Rimini: le sue battaglie per la cannabis terapeutica

È morto Lino Vici, ex amministratore riminese molto conosciuto. Aveva quindi 84 anni. Fra i numerosi incarichi pubblici è stato consigliere comunale (dal 1985 al 1990) e ancora prima assessore della giunta Zaffagnini. Era ammalato di sclerosi multipla e si è molto impegnato per la legalizzazione dell’uso di sostanze stupefacenti (cannabis) per lenire le sofferenze.

“Esprimo il profondo cordoglio della città, e mio personale, per la scomparsa di Lino Vici – lo ha scritto in una nota il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad -. Consigliere comunale, assessore, consigliere e presidente di Quartiere ma soprattutto una persona che ha fatto, fino all’ultimo, dell’impegno civile la propria, costante, ragione di vita. Chi lo ha conosciuto non poteva non restare ammirato dalla suoi mille interessi, da una curiosità e una sete di conoscenza e relazioni che lo aveva anche portato ad occuparsi di sport e del CAI. Disponibile a ogni confronto, sempre aperto al dialogo, aveva affrontato per molti anni anche una dolorosa malattia con coraggio, senza mai rinunciare al valore della testimonianza pubblica. In questo momento di dolore, il Comune di Rimini stringe in un abbraccio la famiglia di Lino Vici, i suoi parenti e amici e tutti coloro che hanno avuto la fortuna e il privilegio di conoscerlo”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui