FORLì. Se ne andato ieri Davis Spencer, leader della mitica band “Spencer Davis Group”, una delle figure chiave della scena beat degli anni ’60. A ricordare il musicista è Michele Minisci, già direttore artistico del Naima, dove Spencer ha suonato. <Dopo un lungo periodo  di silenzio nel 2006 la band si è ricostituita e nella primavera del 2007 – scrive Minisci – ha suonato al Naima club di Forlì, ma senza  Steve Winwood, naturalmente, il cantante e polistrumentista diventato ormai una grande star solista percorrendo altri sentieri. Un concerto straordinario, atteso da tempo, da tutti i loro fans, anche giovanissimi, coi vecchi leoni Spencer Davis, Pete York e Eddie Harding che hanno riproposto tutto il repertorio della band a cominciare da “Keep On Running” per finire con l’intramontabile e indimenticabile “Gimme some Lovin”,  con quell’attacco di batteria e organo Hammond che ha fatto Storia, ancora tutti in gran forma, tutti ancora con tanta passione, anche se filtrata da una coltre di capelli bianchi e qualche ruga qua e là. Anche senza Steve Winwood. Ciao Davis, ovunque tu sia…>

Argomenti:

Davis Spencer

Minisci

naima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *