Accoltella la ex a Borgo Tossignano, arrestato per tentato omicidio

Accoltella la ex a Borgo Tossignano, arrestato per tentato omicidio
Il capitano dei carabinieri di Imola Andrea Oxilia che ha guidato le indagini Foto MMPH

BORGO TOSSIGNANO. Ieri pomeriggio, B.R., 47enne italiano di origini campane domiciliato a Borgo Tossignano, ha tentato di uccidere la sua ex compagna, una 50enne, italiana e residente in vallata. E’ successo intorno alle 12.45, quando la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Imola  è stata informata che al centro commerciale “Verbena” di Borgo Tossignano si era verificata l’aggressione. Soccorsa sul posto, la donna riferiva di essere stata accoltellata dal suo ex compagno, che si era poi allontanato e rifugiato all’interno del residence situato sopra il centro commerciale. All’arrivo dei sanitari del 118, la donna è stata trasportata d’urgenza al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Imola e i Carabinieri della Stazione di Fontanelice  sono andati a stanare l’uomo che alla vista dei militari non ha opposto resistenza. Disoccupato e con precedenti di polizia, il 47enne è stato arrestato per tentato omicidio e portato in carcere. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, coordinati dal capitano Andrea Oxilia, l’uomo aveva invitato la donna a un incontro Dopo averla affrontata dicendole: “Siediti, siediti…che sei venuta a prendere solo i soldi e te ne vai?”, ha estratto un coltello da cucina e l’ha colpita, lei è riuscita a pararsi con la mano sinistra ed è caduta a terra, ferita. La lama si è conficcata tra i tendini della mano e si è separata dal manico del coltello. Determinato a portare a termine l’omicidio, l’uomo ha recuperato la lama, si è seduto sul petto della donna ed ha ripreso ad accoltellarla al volto. Le urla della 50enne che ha fatto di tutto per difendersi e salvarsi la vita, hanno attirato l’attenzione dei clienti e di una commessa che hanno chiamato il 112 e lui è fuggito. La donna è fuori pericolo ma sarebbe stata giudicata guaribile in non meno di 30 giorni.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *