“Abitare a Cattolica nell’Età del Bronzo”: un libro da macchina del tempo

Sabato scorso in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, è stato presentato presso il Museo della Regina il V volume di Litus: I quaderni del Museo della Regina, intitolato “Albori: Abitare a Cattolica nell’età del Bronzo”. Il volume, curato da Monica Miari ed Erika Valli, propone al pubblico uno studio integrato dei risultati degli scavi archeologici condotti nell’area VGS tra il 2007 e il 2009, che hanno portato alla luce un villaggio dell’età del Bronzo Antico (1800-1500 a.C.). Questa importante pubblicazione, esito di un lungo lavoro di studio e analisi delle evidenze materiali, sarà al centro di un progetto di valorizzazione e digitalizzazione del patrimonio conservato al Museo, grazie alla collaborazione con la competente Soprintendenza, il Laboratorio FrameLAB. Multimedia & Digital Storytelling del Dipartimento di Beni Culturali (DBC) e il Dipartimento di Informatica – Scienza e Ingegneria (DISI) dell’Università di Bologna.

Nell’ambito della convenzione di collaborazione scientifica esistente fra Museo della Regina, DBC e DISI, la Giunta Comunale ha approvato la stipula di un Accordo Attuativo per dare avvio al progetto “In viaggio nella storia remota della città: il villaggio dell’età del Bronzo”, che è risultato beneficiario di un contributo complessivo di 9.089,44 euro del Ministero della Cultura – Direzione Generale Musei a valere sul Fondo per il funzionamento dei Piccoli Musei (DM 241 e DM 62). Grazie a queste risorse, il Museo della Regina potrà finanziare l’istituzione di una borsa di studio presso il Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna (campus di Ravenna). Lo studente o la studentessa vincitrice del bando contribuirà alla realizzazione, sotto la supervisione scientifica del prof. Alessandro Iannucci, responsabile del Laboratorio FrameLAB. Multimedia & Digital Storytelling, di contenuti multimediali relativi al villaggio preistorico di Cattolica. Il progetto si avvarrà inoltre della collaborazione della dott.ssa Monica Miari, funzionaria archeologica SABAP e direttrice dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria.

“Con questo progetto – spiega l’Assessore alla Cultura, Federico Vaccarini – si intende arricchire il percorso di visita e le attività didattiche del Museo con la creazione della ricostruzione virtuale del villaggio dell’età del Bronzo di Cattolica e la realizzazione delle stampe 3D di alcuni oggetti della vita quotidiana disponibili al pubblico grazie al rilievo fotogrammetrico e alla scansione laser di una selezione di reperti dello scavo del VGS. Inoltre, la scelta di istituire una borsa di studio per questo progetto è data dalla chiara intenzione di voler investire su un giovane ricercatore o su una giovane ricercatrice così che l’attività di realizzazione del materiale digitale possa essere funzionale alla crescita formativa di uno studente o di una studentessa che saprà sicuramente valorizzare la storia della città di Cattolica in maniera innovativa”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui