“Questa è la prima Unione civile che si celebra nel nostro comune e sono felice, onorata e orgogliosa di celebrarla. Di celebrare il coraggio, di celebrare finalmente i diritti e l’amore uguale per tutti, perché è proprio con queste unioni che il nostro Paese compie un passo in avanti di civiltà!”. Con queste parole, qualche giorno fa, la vice sindaca Sabrina Cenni, si è rivolta a Roberta e Chiara nella bellissima cornice del Salone delle Feste della Rocca Malatestiana.

Un momento storico che ha avuto per cornice uno dei tempi della storia della cittadina e per sfondo l’albero genealogico della casata dei Malatesta. “Grazie alle spose per aver scelto il nostro comune e questa location” ha proseguito Cenni, prima di adempiere a tutte le procedure di rito alla presenza di parenti, amici e dei tre bimbi. Roberta, di origine napoletana si è unita civilmente con Chiara, nata e cresciuta a Saludecio. 

“Vivo in Romagna da tanti anni e da due nel comune di Verucchio: abbiamo trovato questo paese molto bello e abbiamo deciso di prendere casa nel capoluogo perché ci sembra il posto ideale per crescere i nostri bambini, due gemelli di otto mesi e una bimba di 4 anni” spiega la prima, prima di commentare in coro: “Viviamo insieme da due anni e abbiamo scelto la Rocca come location per coronare la nostra storia: è stata un’emozione grandissima e ringraziamo l’amministrazione per la grande disponibilità dimostrataci”.

Argomenti:

mamme

unione civile

verucchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *