A Valverde più camere che spiaggia e non basta il voucher

Più camere in hotel che ombrelloni al mare. Risultato: la carenza di disponibilità di posti in spiaggia per i clienti degli alberghi. E questo ha fatto scatenare la “guerra degli ombrelloni”.

La questione si era proposta in piena estate già lo scorso anno a Valverde come a Villamarina e a Gatteo Mare, quando da un sommario conteggio ai primi d’agosto nelle tre località balneari sarebbero serviti 1800 ombrelloni in più. Quest’anno il problema è stato sollevato da Adac Federalberghi già a giugno.

«Questo si verifica – sintetizza Fabrizio Albertini, presidente Confesercenti di Cesenatico e Asshotel regionale, nonché albergatore di Valverde – perché ci sono più camere d’albergo che paletti di ombrelloni in spiaggia. Qui a Valverde diversamente che in centro, la spiaggia è stretta e gli alberghi sono molto più numerosi e concentrati. Collaborando e organizzandoci nei voucher che diamo ai clienti dobbiamo sforzarci di trovare una soluzione. Anche perché prevedo che il problema oltre che nei fine settimana l’avremo grosso ad agosto. Ad acuire la situazione potrebbe essere anche il cambiamento delle formule di contratto tra bagnini e albergatori. C’è chi acquista i voucher per il numero delle camere che ha in hotel e chi temporeggia acquistandone per una sola parte, oppure richiede i voucher di volta in volta».

Mediamente un hotel a Valverde per riservarsi un ombrellone e due lettini al mare, per l’intera stagione, da fine maggio a settembre, dalla quinta fila in su, paga 800 euro più Iva. Gli ombrelloni stagionali in altre zone vista anche la disponibilità di spazi maggiori hanno prezzi inferiori. Spiega Albertini: «Se prima i clienti degli alberghi si fermavano alla pensione completa adesso il 90 per cento chiede la formula all inclusive, spiaggia e ombrellone compresi. Per l’albergatore, che farebbe volentieri anche a meno di dare questo servizio, diventa un peso. Talvolta un assillo, quando i posti in spiaggia sono contati. A chi non prenota con anticipo l’ombrellone stagionale per tutte le camere, capita che lo faccia man mano rivolgendosi all’agenzia dei bagnini che rilascia il voucher per la spiaggia, che l’albergatore poi consegna al cliente, al quale può capitare, a Valverde o Villamarina, che una volta raggiunto il mare si trovi a dover peregrinare da uno stabilimento all’altro sentendosi anche rispondere che di ombrelloni disponibili al momento non ce ne sono più». Il disappunto del turista è immaginabile.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui